Stabia, l’ultima notte di Plinio il Vecchio rievocata a Villa San Marco

Il comandante della flotta navale romana perse la vita nel disperato tentativo di mettere in salvo pompeiani e stabiesi





CASTELLAMMARE DI STABIA. Sarà rievocata nella Villa San Marco dell’antica Stabia, l’ultima notte di Plinio il Vecchio, il comandante della flotta navale romana di stanza a Miseno che perse la vita nel disperato tentativo di mettere in salvo pompeiani e stabiesi durante la tremenda eruzione vesuviana del 79 d.C.  L’appuntamento “L’ultima notte di Plinio il Vecchio” è per venerdì 20 e sabato 21 settembre 2019, presso Villa San Marco a Castellammare di Stabia.

Ddalle 20:30 fino alle 22:30, si svolgeranno due rappresentazioni teatrali organizzate e promosse dall’associazione Stabiae 79 A.D. con il supporto tecnico di Sead Hub, in collaborazione con l’archeoristorante Caupona di Pompei, con Sub Eventi Pompei, con le associazioni di rievocazione storica romana Legio I Adiutrix e Gruppo Storico Oplontino, e con l’introduzione dello storico Flavio Russo. Le due serate saranno ad ingresso libero e chiuderanno le “Giornate del Patrimonio” promosse dal Ministero dei Beni Culturali e dal Parco Archeologico di Pompei.

Tra l’antico colonnato e il peristilio con un panorama mozzafiato nella notte stabiese, si terrà al loro interno uno spettacolo teatrale notturno (evento esclusivo a numero chiuso massimo 150 persone), un evento misterico e magico scritto e diretto dall’autrice Laura Miriello. Ispirato all’ultima notte di Plinio il vecchio, il quale grazie al suo gesto salvò molte vite umane in quei drammatici momenti, e ad una lettera del nipote Plinio il Giovane, a tutt’oggi l’unico vero documento a noi pervenuto che testimonia l’eruzione.

Il tutto narrato attraverso gli occhi di Edward Lytton, uno scrittore ed esoterista inglese dell’ottocento gotico. Edward Lytton è un conte diseredato dalla madre, perché ha sposato una borghese squattrinata, cerca la sua rivalsa sociale attraverso la scrittura. Vende i pochi beni rimasti per compiere un viaggio in Italia in cerca di ispirazione, la moglie stanca dei suoi fallimenti lo abbandona.

Giunto a Napoli, al Museo Archeologico, rimane folgorato di fronte ad un quadro, che ritrae l’ultima notte di Pompei: disperato cerca tra i suoi libri la lettera di Plinio il giovane, in cerca di ispirazione per un romanzo su Pompei. Nella notte Lytton inizierà un viaggio surreale e magico tra i meandri della sua coscienza e la realtà, il quadro diventerà un portale che lo condurrà nell’antica Pompei accanto ai personaggi descritti nella lettera. Riuscirà Lytton a scrivere il suo grande romanzo o soccomberà tra i fiumi dell’oppio e le visioni della sua follia? Passato e presente legati dal filo della lotta della coscienza tra l’immortalità dell’arte e la sopravvivenza quotidiana. Informazioni al 3206875887.



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento