Remove the Frame, diffuso lo spot ufficiale del Pompei Pride del prossimo 30 giugno – VIDEO

Lo spot intende esprimere la necessità di superare e infrangere tutti i pregiudizi che limitano le nostre personalità

POMPEI.  È stato diffuso lo spot ufficiale del Pompei Pride 2018 che lo scorso 22 maggio è stato girato negli Scavi di Pompei. È infatti tra le rovine della città sepolta dall’eruzione del Vesuvio che l’Arcigay ha ambientato lo spot per promuovere il Gay Pride campano in programma nella città mariana il prossimo 30 giugno. «Remove the frame, rimuovi la cornice, questo il leitmotiv dello spot del Pompei Pride 2018» si legge sulla pagina ufficiale del Pompei Pride, che spiega: «Il video è stato pensato e diretto da un giovane artista pompeiano, Nello Petrucci e prodotto da Arcigay Napoli con il sostegno di Gesco e il supporto del Coordinamento Campania Rainbow e delle associazioni del territorio (Forum dei Giovani di Pompei, Ventimila Sterline, PompeiLab, Ferro 3.0, La Stazione di Boscoreale, Vesuvio Rainbow e Verso Sud)».

Pompei Pride 30 giugno 2018Remove The Frame – Rimuovi i pregiudizi "Mi alzarono muri, e non vi feci caso.Mai un rumore una voce, però, di muratori.Murato fuori del mondo e non vi feci caso"(Cit. Costantinos Kavafis)Remove the frame, rimuovi la cornice, questo il leitmotiv dello spot del Pompei Pride 2018, pensato e diretto da un giovane artista pompeiano, Nello Petrucci e prodotto da Arcigay Napoli con il sostegno di Gesco e il supporto del Coordinamento Campania Rainbow e delle associazioni del territorio (Forum dei Giovani di Pompei, Ventimila Sterline, PompeiLab, Ferro 3.0, La Stazione di Boscoreale, Vesuvio Rainbow e Verso Sud).Lo spot è stato girato nel Parco Archeologico di Pompei, nel foro della Pompei romana, grazie al supporto del prof. Osanna e della Soprintendenza di Pompei. Protagonista è la gente comune, la stessa gente del vesuviano che, di giorno in giorno, sta facendo crescere l’attesa per l’evento del prossimo 30 giugno. E protagonista è anche la gioia e la voglia di eliminare ogni tipo di barriera, pregiudizio e perimetro: ogni tipo di cornice. Lo spot intende esprimere la necessità di superare e infrangere tutti i pregiudizi che limitano le nostre personalità e la nostre identità per andare oltre i perimetri e le convenzioni sociali che ci ingabbiano. Gabbie che, delimitando le nostre libertà, inibiscono profondamente la nostra autentica umanità. La gabbia, il perimetro, è rappresentata visivamente da una cornice che il protagonista dello spot, Ciro Ciretta Cascina, anima del movimento di liberazione omosessuale italiano già dagli anni 70, rimuove simbolicamente coinvolgendo cittadine e cittadini in visita nel parco archeologico, fino ad una esplosione collettiva di gioia e libertà che rievoca il senso del PRIDE, la giornata dell’orgoglio di essere se stessi tra la propria gente.

Pubblicato da Pompei Pride su lunedì 11 giugno 2018

 

Così gli organizzatori spiegano l’idea alla base del cortometraggio: «Lo spot è stato girato nel Parco Archeologico di Pompei, nel foro della Pompei romana, grazie al supporto del prof. Osanna e del Parco Archeologico di Pompei. Protagonista è la gente comune, la stessa gente del vesuviano che, di giorno in giorno, sta facendo crescere l’attesa per l’evento del prossimo 30 giugno. E protagonista è anche la gioia e la voglia di eliminare ogni tipo di barriera, pregiudizio e perimetro: ogni tipo di cornice».

L’idea è semplice quanto diretta. «Lo spot – continuano gli organizzatori del Pompei Pride – intende esprimere la necessità di superare e infrangere tutti i pregiudizi che limitano le nostre personalità e la nostre identità per andare oltre i perimetri e le convenzioni sociali che ci ingabbiano. Gabbie che, delimitando le nostre libertà, inibiscono profondamente la nostra autentica umanità. La gabbia, il perimetro, è rappresentata visivamente da una cornice che il protagonista dello spot, Ciro Ciretta Cascina, anima del movimento di liberazione omosessuale italiano già dagli anni ’70, rimuove simbolicamente coinvolgendo cittadine e cittadini in visita nel parco archeologico, fino ad una esplosione collettiva di gioia e libertà che rievoca il senso del Pride, la giornata dell’orgoglio di essere se stessi tra la propria gente».

mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*