Salvatore Caccuri è il nuovo presidente del Forum dei Giovani di Pompei

Il neo eletto ha già le idee chiare sui primi obiettivi: «Non solo eventi, aperitivi, ma anche cultura e sociale»





POMPEI. Salvatore Caccuri è il nuovo presidente del Forum dei Giovani di Pompei. Con un centinaio di voti di scarto sul suo avversario, lo scorso 9 giugno il 22enne iscritto al terzo anno di Giurisprudenza si è aggiudicato l’onere e l’onere di guidare per i prossimi tre anni l’assise giovanile, anch’essa rinnovata con le ultime elezioni. Ora, ai neoeletti, l’arduo compito di interpretare al meglio le esigenze dei giovani pompeiani. Caccuri ha già le idee chiare sui primi obiettivi che il nuovo Forum dei Giovani dovrà porsi: «Non sarà solo un Forum che organizza eventi, aperitivi, feste in piazza. Noi ci occuperemo di cultura e sociale – ha dichiarato – faremo rete con le associazioni e lavoreremo sulla trasparenza».

Tra le idee già in cantiere c’è quella di aprire un conto corrente dove far convergere gli introiti di eventuali sponsorizzazioni e i finanziamenti che si spera di intercettare partecipando a bandi europei. Il bilancio verrà reso periodicamente pubblico. Questo perché il budget garantito dal Comune di Pompei solitamente non permette grande margine d’azione. I consiglieri dovranno quindi rimboccarsi le maniche per sopperire alle ristrettezze economiche. Dal canto suo, però, l’amministrazione garantisce al Forum una sede e anche da quella Caccuri vuole ripartire: «Attualmente condividiamo quello stesso spazio con i lavoratori del Servizio Civile, ma speriamo di poter presto riprendere a organizzare lì le attività di un tempo, come il cineforum e l’aula studio».

La sede, tra le altre cose, sarà completamente plastic-free. L’attenzione all’ambiente è infatti un altro dei punti fondamentali del programma con cui Caccuri si è presentato alle elezioni del Forum. Un ideale che si allinea perfettamente con le ultime disposizioni dell’amministrazione comunale, che si sta battendo proprio in questi mesi per bandire dal territorio i materiali non riciclabili. Proprio all’amministrazione – oltre che a tutti i sostenitori della sua coalizione – il presidente dell’assise giovanile ha voluto riservare il suo ringraziamento finale. Poi l’augurio: «Sono fiducioso che avvieremo un proficuo rapporto di collaborazione».



mm

Valentina Comiato

Ha 24 anni, è laureata in lingue ma con un innato amore per la penna. Si divide tra università, associazionismo e scrittura. Crede nelle parole e nella partecipazione attiva. Per "Made in Pompei" scrive di piccole realtà, grandi talenti e bei progetti.

Lascia un commento