La grande boxe protagonista a Pompei: successo per il WBL 2017

La Campania ha trionfato nel torneo Prima Serie battendo il Lazio nella finalissima

Grande successo per il Women Boxing League 2017, torneo di boxe a carattere nazionale dedicato al Settore Femminile a Squadre regionali per atlete appartenenti alla qualifica Elite, che si è svolto a Pompei, presso la palestra del Liceo scientifico “E. Pascal”. Tre le giornate di gara, in cui sono salite sul ring le migliori boxer del panorama pugilistico nazionale. Nel torneo ha trionfato la Campania: la formazione di Carmela Chiacchio e Pasqualina Delli Paoli, capitanata da Irma Testa ha bissato il successo dello scorso anno, Il torneo Elite Prima Serie, dunque, è andato alla Campania che ha superato in finale il Lazio, terza classificata la squadra del Veneto e quarta la Toscana. Nel Torneo Elite di Seconda Serie il Lazio ha sperato la Toscana in finale aggiudicandosi il torneo, terza la Sicilia e quarta la Puglia.

L’evento, indetto dalla Fpi è stato organizzato dalla Boxe Vesuviana, presieduta dall’imprenditore pompeiano Rosario Africano. Tanti gli sponsor che hanno sostenuto l’evento anche con simpatici omaggi alle atlete: gli zaini e le t-shirt firmate Givova, ma c’è anche l’omaggio goloso, come il Panis Pompeii del Mastro Fornaio Carmelo Esposito.Tra i principali partner dell’evento c’era anche il Fit Club Pompei, che già da due anni ha promosso la boxe tra le proprie discipline sportive, a beneficio degli appassionati pompeiani e non solo. I corsi di boxe a Pompei infatti si tengono il martedì e il giovedì alle ore 19.00 presso la palestra Fit Club Pompei con Alfonso Pinto, campione nazionale e olimpionico.

Per la Boxe Vesuviana e per Rosario Africano il successo dell’edizione 2017 è solo un nuovo trampolino per migliorare la prossima edizione. «Rispetto a quattro anni fa questo torneo è cresciuto ed ha ottenuto il grande apprezzamento di tutto il mondo della Boxe e della Federazione Pugilistica Italiana – spiega il presidente della Boxe Vesuviana – Questi ci spinge a trovare nuove iniziative per la prossima edizione che arricchiremo con delle liete sorprese».

Un successo per tutto il movimento sportivo, sintetizzato nelle parole che il presidente Africano ha rivolto a tutti i collaboratori e partner al termine dell’evento. «A nome mio, della Boxe Vesuviana e di tutto il pugilato italiano, desidero esprimere un vivo ringraziamento a tutti coloro che hanno collaborato alla buona riuscita dell’edizione 2017 del Women Boxing League. È stata una sinergia speciale che ha coinvolto tutti, ma proprio tutti, nell’organizzazione di un evento che, consentitemi l’aggettivo, quest’anno è stato stratosferico. Non piace e non è bello, nel rispetto dello spirito del nostro sport, esaltarsi e gioire in maniera tanto esplicita, ma di fronte ad un torneo che ha coinvolto, entusiasmato e soddisfatto un gran numero di appassionati, mi sento di raccogliere il generale compiacimento».

«Grazie innanzitutto – ha proseguito Africano – alle atlete, qualificate, professionali ed agonisticamente perfette nell’interpretare lo spirito del torneo, nel vivere l’agonismo con la giusta intensità e senza esasperazione, nell’impreziosire un torneo con la loro presenza. Preziosi ed insostituibili sono stati il maestro Lucio Zurlo e Marco Consolati che hanno affiancato il sottoscritto e la Boxe Vesuviana in quest’avventura sempre più affascinante. Ovviamente in questo contesto non può assolutamente essere dimenticata la Federazione Pugilistica Italiana con il consigliere federale Sergio Rosa; un grazie di cuore al presidente Vittorio Lai che ci ha onorato con la sua presenza. Di notevole importanza è stato il supporto del Comitato regionale Campano della Fpi: anche a loro va il nostro ringraziamento per aver trovato le soluzioni giuste in tempi brevissimi. Grazie al sindaco Pietro Amitrano e all’amministrazione comunale di Pompei nonché al dirigente scolastico del Liceo scientifico “E. Pascal”, Fiorenzo Gargiulo, per la loro disponibilità e per la vicinanza continua alla nostra organizzazione».

mm

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige “Made in Pompei”, rivista free-press mensile di promozione territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*