Pompei riparte dal cinema. Il regista Claudio Di Napoli: «Amo questa città come Roma»

POMPEI. Pompei riparte anche dal cinema. La città degli Scavi e del Santuario, infatti, dal 1° giugno e per circa un mese sarà il set d’eccezione di “If you look for me I’ll be there”, una fiction televisiva che andrà in onda forse già a settembre su una emittente nazionale.

Il progetto cinematografico sarà presentato in anteprima nazionale domenica 31 maggio a Pompei (ore 17.30), presso il ristorante “I Matti” di via Plinio nel corso di una conferenza stampa alla quale parteciperanno il regista Claudio Di Napoli, la sceneggiatrice nonché protagonista Manuela Iervolino, gli attori Alessio Di Napoli e Luca Baldi, interpeti maschili della pellicola.

“If you look for me I’ll be there” è un thriller ambientato ai giorni nostri che racconta la storia di una bambina abbandonata in tenerissima età e che, dopo aver vissuto per qualche tempo da sola in un bosco, viene raccolta da un orfanotrofio.

A causare involontariamente lo smarrimento della piccola, in circostanze rocambolesche, è proprio suo padre, che è un poliziotto ma non ne denuncia la scomparsa per misteriosi motivi: qualche anno dopo, però, è proprio l’uomo a mettersi sulle tracce della figlia sparita nel nulla anni prima.

Location, come detto, di questo lungometraggio la cui trama viaggia sul filo dei nervi, sarà la Pompei moderna con i suoi luoghi più intriganti, scelti dal regista Claudio Di Napoli per una storia che promette di lasciare con il fiato sospeso.

«E non è tutto» rivela il regista che già da alcuni giorni è in città e sta selezionando accuratamente i posti in cui girare gli esterni. «Nel film – racconta – si vedranno luoghi meravigliosi, anche di cittadine vicine, ancora oggi sconosciuti persino a chi vive qui».

Insomma, oltre alle recenti riaperture degli Scavi e del Santuario dopo il lockdown, che hanno portato il timido ritorno dei primi turisti e pellegrini, Pompei nei prossimi mesi potrà beneficiare anche della visibilità che arriverà da questo film girato interamente tra le strade della città.

Per oltre un mese, dunque, la troupe e il cast di “If you look for me I’ll be there” saranno una presenza familiare a Pompei, considerando anche che alloggeranno nel Central Room Fortuna, nel cuore della città moderna.

Il regista Claudio Di Napoli è felice come un bambino e non vede l’ora di iniziare le riprese. Noto per le sue pellicole  che raccontano le vicende “noir” della malavita o della cronaca romana (tra i titoli: “Bulli Criminali”, “Mafia Capitale”, “Il sogno e la vergogna”, ispirato alla storia delle baby squillo ai Parioli) ora si cimenta in questo thriller dalla trama molto particolare.

«Sono molto legato a Pompei – racconta il regista – ci sono stato tantissime volte e ci tenevo a girare un film in questi luoghi. Sono appassionato di storia, mi hanno sempre affascinato le vicende dell’Impero Romano, e questa città rappresenta al meglio la mia passione».

«Purtroppo – aggiunge – in un momento particolare come questo anche Pompei è in difficoltà e speriamo di dare attraverso il cinema il nostro piccolo contributo alla ripresa economica. La nostra produzione è la prima a ripartire in Italia: il primo ciak del cinema italiano sarà a Pompei».

«Per me – conclude Claudio Di Napoli – è una grande soddisfazione. Non vedo l’ora di cominciare le riprese in città. Mi piace parlare con la gente di Pompei, ha un altro stile, sempre sorridente e gentile: sarà la vicinanza con questo grande patrimonio storico». Alla fine, come se non fosse ancora chiaro, precisa: «Amo Pompei come Roma, lo scriva».

Marco Pirollo

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige Made in Pompei, rivista di promozione territoriale.

Rispondi