Pompei, l’arcivescovo Tommaso Caputo nominato Assessore dell’Ordine del Santo Sepolcro

Il presule: «Il mio legame con l’Ordine è diventato più forte nel 2012, quando mi è stata affidata la Prelatura mariana»





POMPEI. L’ Arcivescovo di Pompei, mons. Tommaso Caputo è stato nominato Assessore dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Dopo le dimissioni di mons. Giuseppe Lazzarotto per motivi di salute, il  cardinale Edwin Frederick O’Brien, Gran Maestro dell’Ordine, ha designato l’Arcivescovo di Pompei, monsignor Tommaso Caputo, al ruolo di Assessore dell’Ordine. La nomina, entrata in vigore a partire dal mese di settembre 2019, è stata approvata da Papa Francesco.

«Il mio legame con l’Ordine – ha detto tra le altre cose Monsignor Caputo, come riporta Francois Vayne nell’intervista pubblicata sul sito dell’Ordine – risale a circa due decenni fa ed è diventato ancora più forte nel 2012, quando mi è stata affidata la Prelatura di Pompei, una città particolarmente cara al cuore e alla spiritualità di tutti i Cavalieri e le Dame del Santo Sepolcro. Pompei è sorta a nuova vita dalla fede e dalle opere di carità di Bartolo Longo, l’unico laico tra i cavalieri dell’Ordine ad essere stato Beatificato».

Mons. Tommaso Caputo è nato ad Afragola (Napoli) il 17 ottobre 1950. Ha frequentato il Seminario Arcivescovile di Napoli ed ha conseguito la Licenza in Sacra Teologia presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, sezione “San Tommaso d’Aquino” (Napoli). È stato ordinato sacerdote il 10 aprile 1974 per l’Arcidiocesi di Napoli, ove ha svolto i compiti di formatore dei seminaristi liceali (1973-1974), di vice-parroco della Parrocchia di San Benedetto all’Arco Mirelli a Napoli (1974-1976) e di insegnante di religione nelle Scuole statali (1973-1976).

Alunno della Pontificia Accademia Ecclesiastica dall’ottobre 1976, ha contemporaneamente frequentato i corsi di Diritto Canonico presso la Pontificia Università Lateranense conseguendo il Dottorato. Al servizio della Santa Sede dal 25 marzo 1980, è stato Segretario della Nunziatura Apostolica in Rwanda (1980-1984) e Consigliere della Nunziatura nelle Filippine (1984-1987) e di quella in Venezuela (1987-1989).

Chiamato in Vaticano, ha svolto il compito di responsabile della segreteria del Sostituto della Segreteria di Stato fino al 19 giugno 1993, quando Papa Giovanni Paolo II lo ha designato Capo del Protocollo della Segreteria di Stato. Il 3 settembre 2007 Sua Santità Benedetto XVI lo ha nominato Nunzio Apostolico in Malta e in Libia, elevandolo alla dignità arcivescovile e conferendogli la consacrazione episcopale il 29 settembre 2007 nella Basilica Papale di San Pietro in Vaticano. Il 10 novembre 2012 Papa Benedetto XVI lo ha nominato Prelato di Pompei e Delegato Pontificio per il Santuario della Beata Maria Vergine del Santo Rosario di Pompei.



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento