L’archeologo giapponese Masanori Aoyagi è cittadino onorario di Pompei

Lo studioso: «Qui mi sento come a casa mia. Voglio continuare a dedicare la mia vita a Pompei e a questa terra»

POMPEI. Il noto archeologo giapponese Masanori Aoyagi è da questa mattina cittadino onorario di Pompei. L’onorificenza, precedentemente deliberata in Consiglio comunale, gli è stata conferita oggi dal sindaco di Pompei, Pietro Amitrano, nel corso di una cerimonia che si è svolta a Palazzo De Fusco, sede della municipalità cittadina. Lo studioso di antichità Greche e Romane è stato insignito della cittadinanza onoraria “Per il suo continuo prodigarsi a nuove scoperte applicando le più moderne tecnologie, in modo da restituirci e ricostruire scientificamente le radici del nostro passato”.

«Vi sono molto grato per questa cittadinanza – ha detto Masanori Aoyagi, visibilmente commosso e soddisfatto – perché sono molto legato alla vostra terra e al vostro popolo. Qui mi sento a casa mia. Ne sono orgoglioso e vi ringrazio. È un gradito riconoscimento per aver promosso la cultura, la conoscenza e la cooperazione tra Italia e Giappone. Voglio continuare a dedicare la mia vita a Pompei e a questa terra».

Il nome dell’archeologo nipponico è legato alla Campania e a Pompei, tra le altre cose, rispettivamente per lo scavo del complesso archeologico di Somma Vesuviana (la c.d. “Villa di Augusto”, dal 2008 a oggi) e al saggio stratigrafico nella Casa della Nave Europa (1974), nell’area archeologica di Pompei. La cittadinanza onoraria per Masanori Aoyagi va ad aggiungersi a quella ricevuta a Somma Vesuviana (2010), al premio Torquato Tasso ricevuto dal Comune di Sorrento (2017) e al titolo di Cavaliere della Repubblica Italiana (2002). Ma non è tutto, perché a Masanori Aoyagi andrà anche il Premio Maiuri 2019, così come annunciato oggi in sala dal direttore artistico della manifestazione, il giornalista Carlo Manfredi.

L’archeologo attualmente è, tra le altre cose, professore onorario dell’Università di Tokyo e membro della Japan Academy e presidente della Commissione per le attività culturali connesse alle Olimpiadi di Tokyo del 2020. La sua figura è stata celebrata anche da un cortometraggio realizzato dal regista Nello Petrucci e proiettato questa mattina in aula in anteprima assoluta. Alla cerimonia per il conferimento dell’onorificenza cittadina hanno preso parte gli archeologi Antonio De Simone e Umberto Pappalardo, e Salvatore Perillo, assessore al Turismo di Pompei. (Foto: FotoPress Pompei).



mm

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige “Made in Pompei”, rivista free-press mensile di promozione territoriale.

Lascia un commento