Pompei, il Museo temporaneo d’Impresa verso l’apertura a pieno regime

Sarebbe stato già programmato un primo evento espositivo  per il prossimo mese di dicembre, del quale non si conoscono ancora i dettagli anche se è probabile che si tratterà di ceramiche d’autore.

POMPEI. Il Comune di Pompei ha annunciato che il Museo d’Impresa riapre a dicembre. Si tratta di una struttura concepita nel corso dell’amministrazione D’Alessio al piano terra del Municipio, aperto da un lato su piazza Bartolo Longo, sul fronte opposto, invece, sulla Fonte Salutare (che era stata pensata come villa comunale). Come purtroppo succede sempre a Pompei i lavori pubblici per la sua edificazione sono andati a rilento.

Nel corso dell’amministrazione Uliano i locali del Museo furono informalmente aperti al pubblico per la mostra “Live @ Pompei”, inaugurata prima a Napoli, poi a Pompei, in occasione dei 44 anni dall’uscita del documentario-concerto di Adrian Maben “Pink Floyd: Live at Pompeii”: così il mito dei Pink Floyd tornò a Pompei, con una mostra-evento, composta di 250 foto e un live che fa parte della storia della musica rock. Seguirono altre iniziative ma il Museo non è mai arrivato a regime nel senso di rappresentare il polmone culturale e turistico di Pompei. Ieri è partito il primo sopralluogo operativo dell’amministrazione Amitrano, annunciato dal suo ufficio stampa.

Sarebbe stato già programmato un primo evento espositivo  per il prossimo mese di dicembre, del quale non si conoscono ancora i dettagli anche se è probabile che si tratterà di ceramiche d’autore. Tra i funzionari e i tecnici presenti al sopralluogo figurava Claudio Gambardella, docente di disegno industriale presso l’Università Luigi Vanvitelli. L’architetto fu progettista del Museo Temporaneo d’Impresa 7 anni fa, quando poteva rappresentare una novità nel suo genere.

Gambardella a Pompei è di casa perché vi ha fondato l’associazione “I love Pompei” che punta a promuovere il disegno artistico per l’artigianato di qualità. Iniziativa che lo ha portato a promuovere già negli anni scorsi iniziative espositive dello stesso tipo a Pompei e a Napoli di quella che intende mettere in campo per il mese di dicembre. Con lui ieri stamattina (17 ottobre) erano presenti nel corso del sopralluogo i dirigenti comunali Marino e Sorrentino, che hanno programmato gli interventi da mettere in campo al fine di rendere i saloni espositivi accoglienti per i visitatori già da dicembre, quando si procederà alla riapertura anche se per allora alla struttura mancheranno le ultime rifiniture necessarie per l’inaugurazione definitiva.

mm

Mario Cardone

Giornalista, economista ed ex bancario, ha una moglie, una figlia e quattro gatti; ex socialista ex sindacalista Cgil

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*