Altalena di emozioni al Dall’Ara: il Bologna si impone 3-2 sul Napoli

I rossoblu chiudono il primo tempo sul doppio vantaggio, nella ripresa gli azzurri pareggiano poi incassano il terzo gol

BOLOGNA. Partita scoppiettante tra Napoli e Bologna tra due squadre che non avevano più nulla da chiedere al campionato nell’ultima giornata. Buon avvio del Napoli che gestisce bene il pallone ma manca di concretezza dalle parti di Skorupski; col passare dei minuti cresce il Bologna che nel finale trova due gol in due minuti con Santander e Dzemaili. Nella ripresa entra in campo un altro Napoli, che prima accorcia con Ghoulam e poi pareggia con Mertens. Nel finale, però, la beffa con la deviazione vincente di Santander che regala gli ultimi tre punti di campionato ai rossoblu.

All’8’ una buona azione corale del Napoli porta Verdi al tiro dal limite dell’area, ma la sua conclusione esce di pochissimo alla destra di Skorupski. Al 14’ una buona occasione capita sui piedi di Insigne: il numero 24 azzurro controlla bene il passaggio sul limite, guarda la porta e senza pensarci troppo lascia partire un destro a giro che si perde alto sopra la traversa. Al 17’ si fa vedere in avanti il Bologna con Santander che  ricevere un passaggio filtrante in area e calcia la palla in porta, ma il tiro viene bloccato da un difensore avversario con una sorprendente scivolata.

Il Napoli risponde al 23’ con Milik che colpisce di testa, ma la sua incornata non è precisa e si perde sul fondo. Tre minuti dopo ci prova anche Insigne dalla distanza, ma la mira è fuori misura: nessun problema per Skorupski. Da questo momento, però, è il Bologna a salire in cattedra e a tenere in mano il pallino del gioco. Minuto 31: un calcio di punizione di Pulgar, è neutralizzato in due tempi da Karnezis che concede il corner. Sul calcio d’angolo seguente Lyanco sfugge via al proprio marcatore e colpisce di testa: Karnezis salva ancora in tuffo.

Al 38’ un preciso cross in area azzurra trova Orsolini pronto a colpire di testa, ma il suo tentativo scheggia la traversa della porta napoletana. Al 42’ ci prova Dzemaili dalla distanza, ma la mira è imprecisa. È il preludio al gol che arriva un minuto dopo: Palacio mette in mezzo all’area un’ottima palla e Santander non se la fa sfuggire, colpisce di testa e segna all’angolino basso di sinistra (1-0). Il tempo di riprendere a giocare e il Bologna colpisce ancora in un micidiale uno-due. L’ex di turno Dzemaili colpisce con forza e dalla distanza manda il pallone in rete all’angolino basso di sinistra, dove Karnezis non può arrivare (2-0). Si va all’intervallo sul doppio vantaggio per i felsinei.

Gli azzurri rientrano in campo più determinati. Il Napoli si fa subito vedere in attacco con Milik (47’), ma la conclusione del polacco viene bloccato in due tempi da Skorupski. Al 50’ Malcuit conclude malissimo un’azione calciando alle stelle un pallone che poteva essere più pericoloso. Al 54’ ancora Milik si rende protagonista con un tiro potente ma impreciso: la conclusione finisce però non molto distante dalla porta dei rossoblu.

Un minuto dopo gli sforzi del Napoli nella ripresa vengono premiati: Fabian Ruiz lancia Ghoulam che lascia rimbalzare il pallone, lo aggancia e si invola verso la porta, battendo Skorupski con un sinistro forte e preciso (2-1). Poco dopo il gol Ancelotti toglie Insigne e Verdi e inserisce Callejon e Mertens. Al 66’ Milik in area piccolo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo manca di un soffio il colpo di testa vincente.

Dopo dieci minuti in cui il Napoli fa sentire la propria pressione sui rossoblu, gli azzurri trovano il varco giusto per pervenire al pareggio. Mertens raccoglie in area un preciso passaggio di Amin Younes e batte il portiere con un tiro all’angolino basso di sinistra (2-2). Per il belga è il 16esimo gol stagionale in Serie A e il 109esimo gol in assoluto con la maglia del Napoli. All’83’ fa il suo esordio in prima squadra Gaetano che rileva Younes. Un minuto dopo azzurri vicini al gol del sorpasso, ma solo il palo (il 27esimo stagionale per il Napoli) respinge il gran tiro di Zielinski.

All’88’ però nuova sorpresa nel match: conclusione dal limite dell’area di Svanberg che Santander corregge in torsione aerea verso il primo palo e riporta in vantaggio il Bologna (3-2) per la sua doppietta personale. Milik e Gaetano ci credono ancora, ma i loro tiri sono imprecisi e non impensieriscono Skorupski. Ma non ci sono più emozioni in questo match. Il risultato non cambia più fino al triplice fischio dell’arbitro che decreta la vittoria dei padroni di casa. Si conclude così al Dall’Ara di Bologna la stagione del Napoli: 79 punti e piazzamento d’onore in Serie A, con la qualificazione diretta in Champions League 2019-2020 già conquistata già da tempo.

BOLOGNA-NAPOLI 3-2 (2-0)

BOLOGNA (4-3-3): Skorupski, Mbaye, Danilo, Lyanco, Dijks, Dzemaili (82’ Destro), Pulgar, Soriano (82’ Svanberg), Orsolini, Santander, Palacio (87’ Krejci). A disposizione: Da Costa, Nagy, Calabresi, Paz, Helander, Falcinelli, Corbo, Santurro, Valencia. All. Mihaijlovic.
NAPOLI (4-4-2): Karnezis, Malcuit, Albiol, Luperto, Ghoulam, Verdi (62’ Callejon), Zielinski, Fabian Ruiz, Younes (84’ Gaetano), Milik, Insigne (62’ Mertens). A disposizione: Meret, D’Andrea, Hysaj, Maksimovic, Zedadka. All. Ancelotti.
RETI: 43’ Santander (B), 45’ Dzemaili (B), 55’ Ghoulam (N), 76’ Mertens (N), 88’ Santander (B)
ANGOLI: 5-8
AMMONITI: Zielinski (N)
ARBITRO: Di Paolo



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento