Pubblicato il bando di gara internazionale per realizzare l’hub ferroviario a Pompei

POMPEI. La pubblicazione del bando internazionale per la realizzazione di un hub ferroviario in via Plinio a Pompei, in prossimità degli Scavi archeologici, prevede la scadenza del 20 dicembre 2022 e tempi brevi per il raggiungimento del regime di operatività nel 2023.

L’iniziativa prevede la spesa di 30 milioni di euro di soldi pubblici per la costruzione di una  nuova stazione a Pompei Scavi, all’incrocio dei binari della Circumvesuviana e delle Ferrovie di Stato.

Diversamente dal ceto imprenditoriale della città degli Scavi e del Santuario della Beata Vergine, che non è stato compatto nell’accettazione dell’iniziativa, tanto da disorientare il ceto politico, che non ha certo premuto sull’acceleratore riguardo ai tempi di definizione, sono arrivati chiari segnali di esultanza dalla Penisola Sorrentina.

Qui il ceto dirigente intravede tutti i vantaggi che derivano dall’accorciamento dei tempi di percorrenza per Napoli, eliminando ritardi e disservizi che scoraggiano il turismo.

È chiaro che il collegamento Napoli-Pompei-Penisola Sorrentina viene considerato strategico dagli operatori turistici locali, anche in considerazione delle eventuali percorrenze successive verso aeroporti locali o terminali ferroviari di Alta Velocità di treni diretti al Nord del Paese ed in tutt’Europa.

Non sfugge a nessuno che l’implementazione del servizio ferroviario vesuviano-sorrentino offre opportunità d’integrazione dei flussi turistici per tutto il territorio servito, dove Pompei assumerà una funzione di centralità strategica.

Inoltre le riduzioni dei tempi di percorso verranno presumibilmente sfruttate dai tour operator per proposte aggiuntive di visite e di shopping.

Gli amministratori e le associazioni di categoria della filiera turistica sorrentina hanno formulato la proposta di un tavolo informativo con le Ferrovie dello Stato, allo scopo di ricevere informazioni dettagliate sul progetto Hub Pompei riguardo ai servizi strategici, come la creazione dei parcheggi per i bus provenienti (e/o diretti) dalla Penisola Sorrentina.

Nell’occasione verrebbe richiesto alla Prefettura una cabina di monitoraggio dei tempi di cantiere e la mappa della rete che nascerà dal collegamento della nuova linea ferroviaria a quella Eav, relativamente alla percorrenza dei Comuni della Penisola Sorrentina.

Risulta che sono stati avviati contatti tra le associazioni di categoria, allo scopo di associare all’iniziativa gli operatori turistici e commerciali di Pompei e degli altri paesi vesuviani, allo scopo di estendere a tutto il comprensorio i vantaggi che potrebbero nascere da un’azione di pressione sinergica.

Mario Cardone

Mario Cardone

Ex socialista, ex bancario, ex sindacalista. Giornalista e blogger, ha una moglie, una figlia filosofa e 5 gatti. Su Facebook cura il blog "Food & Territorio di Mario Cardone".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *