Napoli, cinquina per la Champions. Gol e spettacolo al “Maradona”, Lazio travolta 5-2

NAPOLI. Il Napoli vola verso la zona Champions superando anche l’ostacolo Lazio con una cinquina maturata al “Maradona”, nel corso di una gara ricca di emozioni. Il Napoli termina in vantaggio per 2-0 il primo tempo, nella ripresa le squadre giocano a viso aperto, fissano il risultato sul 5-2 finale.

Gattuso schiera il 4-2-3-1 con Meret tra i pali, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly e Hysaj a difesa; in mediana Ruiz e Bakayoko (per l’indisponibilità di Demme), in attacco Insigne, Zielinski e Politano alle spalle di Mertens.

Il Napoli trova subito la via del gol e dopo 7 minuti è già in vantaggio. Il direttore di gara vede e punisce un intervento di Milinkovic-Savic in area di rigore ai danni di Insigne e assegna la massima punizione ai partenopei. Dal dischetto va lo stesso Insigne che batte l’ex di lusso del match, Pepe Reina (1-0).

Il raddoppio arriva praticamente subito, grazie a Politano che sfila via ad un nugolo di avversari e dal limite dell’area mette il pallone nell’angolino dove Reina non può arrivare: al 12’ è 2-0 per gli azzurri.

Ma è proprio il Napoli ad attaccare ancora, con Politano che sfiora la doppietta personale dopo un paio di minuti, con un tiro che stavolta il portiere riesce a respingere.

I biancocelesti sembrano accusare il colpo e rispondono solo al 18’ con Correa che si rende pericoloso, scheggiando il palo della porta difesa da Meret. Nel resto del primo tempo la Lazio mantiene il possesso del pallone provando a sfondare il muro azzurro.

Ma Napoli controlla bene e chiude gli spazi: da segnalare solo due conclusioni sul fondo di Milinkovic-Savic e di Immobile che non impensieriscono Meret.

L’inizio della ripresa è scoppiettante. La Lazio prova a creare pericoli prima con un colpo di testa alto di Immobile (50’) e poi con una deviazione sottoporta di Correa che Meret respinge d’istinto (52’).

Ma proprio dal mancato gol laziale arriva il tris del Napoli, con una grandissima giocata di Insigne che vede Reina piazzato male e lo beffa a suo modo. Aggancia il pallone al limite dell’area, aggiusta la mira e con una parabola deliziosa fa 3-0.

Al 65’ il Napoli dà spettacolo e arriva il poker. Zielinski si libera dell’avversario con un tacco incantevole e serve Mertens al limite dell’area che non ci pensa due volte e con un gran sinistro di prima intenzione mette il pallone all’incrocio dei pali (4-0).

Al 70’ però la Lazio va in gol con Immobile (4-1). Zielinski si distrae e perde un pallone sulla trequarti che finisce a Immobile, che in corsa, con un gran tiro a giro supera l’incolpevole Meret.

Subito dopo Gattuso inserisce forze fresche: dentro Rrahmani, Osimhen e Lozano rispettivamente per Manolas, Politano e Mertens. Quindi non cambia lo schieramento degli azzurri in campo.

Cinque minuti dopo la Lazio segna ancora. Stavolta è Milinkovic-Savic a realizzare direttamente su calcio di punizione dai venti metri, dopo un fallo commesso da Di Lorenzo su Immobile (4-2).

Ma chi pensa che il match non abbia più nulla da dire si sbaglia, perché all’80’ il Napoli ristabilisce le distanze, proprio grazie ai nuove entrati. Lozano scatta sulla fascia e con un passaggio morbido trova Osimhen al centro dell’area, il nigeriano si aggiusta il pallone e fulmina Reina (5-2).

Subito dopo Gattuso inserisce Elmas per Zielinski. La Lazio si fa vedere ancora dalle parti di Meret con una conclusione di Akpro che termina di poco alta. Chance anche per Elmas (89’), che servito da Lozano si fa parare il tiro ravvicinato da Reina. È l’ultima emozione della gara, che si conclude sul 5-2 per gli azzurri, che si avvicinano alla zona Champions. Fonte foto: Ssc Napoli pagina Facebook.

NAPOLI-LAZIO 5-2 (2-0)
7′ rig. e 53′ Insigne (N), 12′ Politano (N), 65′ Mertens (N), 70′ Immobile (L), 74′ Milinkovic Savic (L), 80′ Osimhen (N)

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas (72′ Rrahmani), Koulibaly Hysaj; Fabiàn, Bakayoko (88′ Lobotka); Politano (72′ Lozano), Zielinski (82′ Elmas), Insigne; Mertens (72′ Osimhen). All. Gattuso
LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic (83′ Akpa Akpro), Leiva (58′ Cataldi), Luis Alberto (65′ Pereira), Fares (65′ Lulic); Correa, Immobile (83′ Muriqi). All. S. Inzaghi (in panchina Farris)
Ammoniti: Milinkovic Savic, Manolas, Lucas, Fabian Ruiz, Mertens, Immobile, Pereira

Redazione Made in Pompei

Redazione Made in Pompei

Made in Pompei è una rivista mensile di promozione territoriale e di informazione culturale fondata nel 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *