Internal Freeze: danza e musica “made in Pompei” per sostenere la riapertura dei teatri

POMPEI. Una ragazza sale le scale di un teatro, si dirige in galleria e si accomoda sulla sua poltrona, in attesa di uno spettacolo… che non inizierà mai. Un sogno, o forse meglio dire un incubo, che proietterà improvvisamente la protagonista al centro della scena.

Qui, attraverso una danza forse “liberatoria” in un teatro freddo e spettrale, esprimerà tutta la sua angoscia per tutto ciò che sul palcoscenico, ormai da un anno, non c’è più. Il ritorno alla realtà è il display illuminato di uno smartphone, allegoria di una vita (artistica, ma non solo) messa in stand-by dalla pandemia e surrogata dalla tecnologia.

Non a caso si intitola “Internal freeze” (Gelo interno) ed è il video diretto e interpretato da Alessandra Sorrentino, giovane danzatrice e regista di Pompei, per sensibilizzare sulla chiusura dei teatri e sullo stop agli spettacoli dal vivo a causa della pandemia.

L’internal freeze cui fa riferimento l’artista è lo stesso gelo avvertito dagli amanti dal teatro che, senza stagioni teatrali, sperano che il sipario di tutti i teatri possa presto rialzarsi e che si riaccendano i riflettori sul mondo dell’arte.

La misura sanitaria anti-Covid ormai va avanti da un anno. Se da un lato ha messo in ginocchio artisti, indotto e addetti ai lavori, dall’altro ha privato il pubblico di un fondamentale momento di crescita culturale. E ancora oggi è impossibile prevedere quando si potrà tornare a respirare l’aria di un teatro.

Il filmato, ideato e diretto dalla perfomer pompeiana è stato girato nel teatro “Bellini” di Napoli e fa affidamento su una colonna sonora di tutto rispetto. Le note che avvolgono le toccanti movenze di Alessandra provengono dal pezzo “Freezing the fourth string”, tratto dall’album “Descending into Crevasse” dei Retina.it, alias Lino Monaco e Nicola Buono, da anni ai vertici internazionali della musica elettronica.

Insomma una collaborazione artistica tutta “made in Pompei” tra Alessandra e i Retina.it che ha l’obiettivo di levare una voce che porti l’attenzione sulla situazione dei teatri e degli artisti italiani.

«”Internal Freeze” – spiega la ballerina e regista pompeiana – è un video nato come segno di fiducia per la riapertura dei teatri, perché senza Arte non si può vivere. Cosa succede nel nostro inconscio mentre le nostre abitudini e i nostri lavori vengono messi in stand-by? Isolati in casa siamo costantemente connessi e immersi negli smartphone che prevedono la riduzione di rapporti sociali e dei momenti di incontro, a favore di una vita sempre più digitalizzata e mediata dagli schermi».

«Quando si potrà tornare alla normalità?» si chiede l’artista. Una domanda a cui tutti sperano che si potrà dare presto una risposta definitiva. Di seguito, il link al video: immagini e musica da guardare e ascoltare tutte d’un fiato, in attesa che riaprano le porte dei teatri.

Marco Pirollo

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige Made in Pompei, rivista di promozione territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *