Nonna Vera spegne 101 candeline: l’ultracentenaria fu la prima “fist lady” di Pompei

POMPEI. Ha compiuto un secolo e… un anno lunedì scorso (15 febbraio 2021): 101 anni sono un traguardo davvero importante per la signora Vera Salvia, una nonnina pompeiana doc, con la passione innata per la musica napoletana classica.

Questa volta, dopo la festa per i “primi cento anni” di dodici mesi fa, a causa delle restrizioni sanitarie in vigore, i “festeggiamenti” con la famiglia si sono limitati ai parenti strettissimi, con un brindisi augurale e ad un taglio di torta simbolica.

Ma con i mezzi che oggi la tecnologia mette a disposizione, sicuramente non è mancata la vicinanza di tutta la sua grande e numerosa famiglia sparsa per l’Italia (e in particolare Roma, Livorno, Catanzaro, Napoli e, ovviamente, Pompei): tre figli, due nipoti e tre pronipoti.

L’anno scorso, alla festa “del secolo”, Vera Salvia aveva allietato tutti intonando alla perfezione “’O sole mio” e, ai tanti curiosi che glielo chiedevano, aveva rivelato il segreto della sua longevità e soprattutto del suo temperamento sempre vitale: «Un carattere allegro – aveva risposto – e una buona provvista di vivacità e di ironia».

A rendere poi il compleanno della signora Vera così speciale e importante per tutta Pompei è anche un’altra curiosità che in pochi conoscono. L’ultracentenaria, infatti, è stata la moglie dell’avvocato Edoardo Santilli, rimasto nella storia di Pompei per essere stato il primo sindaco eletto democraticamente dai cittadini, al termine delle vicende belliche.

Le prime elezioni amministrative democratiche a Pompei, difatti, si tennero il 17 marzo del 1946 in un clima elettorale particolarmente delicato, in quanto tutto il Paese veniva dal ventennio della dittatura fascista e, soprattutto, era devastato dopo le enormi perdite, umane ed economiche, subite durante il secondo conflitto mondiale.

Il consiglio comunale eletto in quella tornata elettorale si riunì per la prima volta il 1° aprile 1946: dopo la verifica delle condizioni di eleggibilità e incompatibilità si procedette con l’elezione del primo cittadino. La scelta ricadde quindi proprio su Edoardo Santilli, consorte della signora Vera Salvia che, quindi, può considerarsi a tutti gli effetti la prima “first lady” di Pompei.

Marco Pirollo

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige Made in Pompei, rivista di promozione territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *