Pompei, l’appello del sindaco nella conferenza di fine anno: «Attenti al Covid. Vaccino? Io lo farò»

POMPEI. Tra i tanti temi toccati dal sindaco di Pompei, Carmine Lo Sapio, nel corso della conferenza stampa di fine anno non poteva mancare un accenno alla delicata questione della pandemia di Covid19 che ha interessato il mondo intero praticamente in tutto 2020.

Al riguardo il primo cittadino ha lanciato l’ennesimo appello alla prudenza ai pompeiani, senza trascurare di rivolgere un pensiero alle categorie economiche duramente danneggiate dalla pandemia.

«Voglio concludere questa conferenza di fine anno – ha detto infatti Lo Sapio – con un pensiero ai miei cittadini, agli operatori del turismo e a tutto l’indotto che ci gira intorno, fermi da un anno a causa della crisi economica scaturita dall’epidemia da Covid-19 con l’auspicio che i motori del turismo, si mettano presto in moto».

«Faccio gli auguri a tutti i pompeiani – aggiunge – ribadendo loro ancora una volta, e non mi stancherò di sottolinearlo in ogni occasione utile, di continuare a tenere alta la guardia. Con il Covid non si scherza, stiamo attenti».

«Iniziamo a vedere la fine di questa terribile pandemia – ha detto riferendosi alla campagna vaccinale di massa iniziata lo scorso 27 dicembre – ma non è finita. Più stiamo attenti, prima ricominceremo a riappropriarci degli spazi e della vita».

«Fatelo per voi stessi – è l’appello ai concittadini – per i vostri cari e per i bambini. In quest’anno, ho dovuto a malincuore chiudere più volte le scuole, ma non l’ho mai fatto a cuor  leggero perché so quanto è difficile tenere chiusi in casa i bambini e domare le loro incontenibili energie. Ma dobbiamo continuare sulla strada del rigore e della responsabilità se, davvero, vogliamo che il 2021 sia un anno migliore per tutti».

Sul tema della vaccinazione contro il Covid la fascia tricolore ha espresso chiaramente la sua opinione favorevole. Anzi, non ha escluso di programmare a breve un’apposita campagna di sensibilizzazione affinché i cittadini pompeiani aderiscano alla somministrazione del vaccino, man mano che verrà reso disponibile per le varie categorie sociali.

«Io mi vaccinerò – ha fatto sapere il sindaco di Pompei – e spero che lo stesso faranno i miei concittadini. Se necessario, con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema, potremo pensare anche a una sorta di “v-Day” a Pompei nel momento in mi sottoporrò alla vaccinazione e sarà possibile estenderla a tutti».

Marco Pirollo

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige Made in Pompei, rivista di promozione territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *