Ciclismo, il Giro Rosa 2020 attraversa le strade di Pompei – VIDEO

POMPEI. Aria di grandi eventi sportivi e soprattutto di grande ciclismo a Pompei, che questa mattina è stata interessata dal passaggio del “Giro Rosa”, ovvero il Giro d’Italia Internazionale Femminile 2020.

Organizzato da “4 Erre”, il Giro Rosa va in scena in 9 tappe dal 11 al 19 settembre e questa mattina le cicliste dei 24 team partecipanti hanno attraversato la città degli Scavi e del Santuario (via Plinio, viale Mazzini e via Lepanto in direzione Scafati) nell’ambito della Torre del Greco-Nola, sesta tappa della competizione su due ruote.

Tanti gli appassionati di ciclismo e semplici curiosi che si sono assiepati lungo le strade per tributare il proprio incoraggiamento alle atlete in gara, che sono sfrecciate in una manciata di secondi nei circa tre km percorsi nel Comune di Pompei.

Il percorso è partito da Torre del Greco dalla per estendersi nell’entroterra fino ad arrivare a Nola, la città che diede i natali al filosofo Giordano Bruno, per una tappa è particolarmente adatta alle “attaccanti”.

Alle 12 il plotone è partito, pronto ad affrontare la sesta tappa del Giro Rosa 2020. Il villaggio di partenza di Torre del Greco ha consegnato tutto il calore e l’affetto di cui il pubblico campano è capace. Le atlete hanno affrontato oggi 97.5 chilometri per approdare a Nola-Vulcano Buono.

Da segnalare un Gran Premio della Montagna di terza categoria (293 m. s.l.m.) in località Sarno ed il successivo traguardo volante, dopo la discesa, a Castel San Giorgio. Da lì la strada è continuata a salire leggermente per poi tornare a scendere dopo aver oltrepassato il chilometro 75 di gara.

Il traguardo di Nola è in pianura con alcuni tratti di falsopiano ma questo Giro Rosa ha mostrato come le atlete sappiano sempre andare oltre le aspettative. Attese soprattutto le performance delle “big”, da Marianne Vos a Annemiek Van Vleuten, ripartita in maglia rosa. (Foto: L. Somma).

Marco Pirollo

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige Made in Pompei, rivista di promozione territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *