Promozione del brand turistico e credito agevolato: così riparte la ricettività in Campania

NAPOLI. Riaprono il 25 maggio 2020 anche le attività ricettive alberghiere ed extralberghiere della Campania, in attesa però delle linee guida dalla Regione.

La ripresa sarà accompagnata anche dal lancio di una campagna di promozione turistica, in Italia ed all’estero, del “brand” Campania Sicura e dall’attivazione di una linea di credito agevolata presso le banche disponibile anche per le strutture a conduzione familiare con codice fiscale.

Sono le risultanze dell’incontro che si è tenuto oggi presso l’Unità di crisi della Regione Campania e riguardante la riapertura delle strutture turistiche post Covid-19.

Durante l’incontro anche il Coordinamento delle associazioni territoriali extra-alberghiere della Campania ha avuto la possibilità di illustrare le esigenze e le difficoltà che la categoria extralberghiera sta attraversando in Campania e anche avanzare delle proposte per la fase due.

«I membri del coordinamento presenti – fa sapere il Coordinamento attraverso il portavoce Aldo Avvisati – hanno ribadito le differenze tra i b&b, attività extra-alberghiera e locazione turistica, anche per far comprendere che l’extralberghiero familiare non è abusivo, anzi rappresenta il 50% della disponibilità di posti letto in Campania e per chiedere di beneficiare degli stessi diritti delle microimprese e dei lavoratori autonomi».

Inoltre, l’organizzazione si è presentata al tavolo regionale «con una proposta di vademecum per strutturare le linee guida in vista della riapertura delle strutture».

«Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca – fa sapere ancora il coordinamento – ha ascoltato con attenzione ed accolto le istanze espresse comunicando che la riapertura delle strutture avverrà il 25 maggio 2020, previa comunicazione delle linee guida da osservare (che saranno presentate in anteprima al Coordinamento per svolgere le richieste osservazioni)».

Dalla riunione di stamattina è emerso, da parte della Regione Campania, anche «l’impegno per l’istituzione di una linea di credito agevolata presso le banche disponibile anche per le strutture a conduzione familiare con codice fiscale ed il lancio di una campagna di promozione turistica, in Italia ed all’estero, del “brand” Campania Sicura».

Il Coordinamento associazioni territoriali extra-alberghiere della Campania era rappresentato da Aldo Avvisati, portavoce del coordinamento nonché presidente AreV-OD – Ospitalità Diffusa per un Turismo di Qualità intorno al Vesuvio, Francesco Di Fraia, presidente Vesuvio Family House – B&B’s and Incoming Association, Delia Di Maio, presidente Astar Associazione stabiese attività ricettive, Roberto Sbrizzi, presidente Apabb Associazione Pompeiana Affittacamere e Bed & Breakfast, Adriano Guida, responsabile Legambiente Turismo Campania, Elia Rosciano, responsabile Host Italia – sezione Napoli.

Redazione Made in Pompei

Redazione Made in Pompei

Made in Pompei è una rivista mensile di promozione territoriale e di informazione culturale fondata nel 2010.

Rispondi