Paestum e Velia ripartono con un progetto dedicato ai bambini autistici

PAESTUM. Tra i primi luoghi della cultura a riaprire, lunedì 18 maggio 2020, alle ore 10 ci sono Paestum e Velia, grazie ad una rimodulazione dei percorsi di visita che garantirà la necessaria sicurezza sia per il personale che per i visitatori.

Tra i primi visitatori Paestum accoglierà un gruppo di ragazzi autistici in compagnia delle loro famiglie nell’ambito di un progetto di inclusione che il Parco sta portando avanti con l’associazione Cilento4all Il Tulipano, presieduta da Giovanni Minucci.

Continua la collaborazione anche con Legambiente Paestum che prima del lockdown aveva inaugurato il “Parco dei Piccoli”, uno spazio fruibile per i più piccini con attrezzature che ripropongono il piacere del gioco in spazi aperti.

Il progetto di riapertura dei siti nasce dalla collaborazione e dal dialogo che il Parco, attraverso la figura del suo direttore Gabriel Zuchtriegel, ha avuto con le sigle sindacali e gli esperti di sicurezza che affiancano il direttore per contrastare l’emergenza da Covid-19.

Tra le misure adottate, una differenziazione dei percorsi in entrata ed uscita e termoscanner all’ingresso per misurare la temperatura. La visita verrà effettuata seguendo un itinerario specifico e unidirezionale studiato per evitare code.

Grazie anche ad un aggiornamento dell’App Paestum, sviluppata da Visivalab in collaborazione con il personale tecnico del Parco di Paestum, sarà possibile monitorare le presenze nell’area archeologica e, attraverso messaggi di alert, segnalare problematiche riguardo il mancato rispetto della distanza di sicurezza.

Sia all’interno del Museo Archeologico di Paestum che nell’area del sito di Velia, inoltre, i fruitori saranno accompagnati dal personale e saranno adottate obbligatoriamente mascherine così come consigliato è il lavaggio frequente di mani con gel disinfettante messo a disposizione di tutti.

Novità anche per l’erogazione dei ticket d’ingresso: sarà favorito l’acquisto on-line con possibilità di visite scaglionate su più fasce orarie e con modalità di pagamento contactless.

Per favorire la presenza nei siti è stato introdotto il nuovo abbonamento Paestum&Velia che garantisce l’accesso illimitato nei due siti per 365 giorni acquistabile su Vivaticket al prezzo di 20 euro.

Sospese le iniziative per il 2020 ma resta visitabile la mostra “Poseidonia città d’acqua. Archeologia e Cambiamenti climatici” prorogata fino al 6 settembre 2020 e il videomapping sulla facciata principale del tempio di Nettuno “Metamorfosi” di Alessandra Franco, visibile dal tramonto e fino alle 22.30.

«Ripartiamo dalla mission sociale del museo – commenta il direttore, Gabriel Zuchtriegel – che è rivolta all’inclusione e alla condivisione di conoscenza e bellezza al di là di ogni forma di barriera».

«Il rilancio al quale stiamo lavorando tutti, speriamo sia una ripartenza economica, sociale e culturale all’insegna di una sempre maggiore inclusione e partecipazione dei cittadini e dei ragazzi e bambini nei luoghi della cultura. Paestum e Velia – conclude il direttore – devono essere un patrimonio di tutti, ora più che mai».

Alessandra Randazzo

Alessandra Randazzo

Classicista e comunicatrice. Si occupa di beni culturali per riviste di settore.

Rispondi