Ercolano, maratona social per la Giornata Internazionale dei Musei

ERCOLANO. Il 18 maggio si festeggerà la Giornata Internazionale dei Musei che ogni anno dal 1977 Icom organizza a livello mondiale selezionando di volta in volta un tema specifico.

Il tema scelto per il 2020 sarà l’uguaglianza: diversità e inclusione, che pone al centro dell’attenzione il ruolo sociale delle istituzioni culturali, la loro potenzialità nell’essere agenti di cambiamento e di raccolta all’interno di comunità.

Anche il Parco Archeologico di Ercolano parteciperà all’iniziativa contribuendo ad arricchire i suoi contenuti social proponendo una maratona speciale con i contenuti più cliccati durante questo lockdown, che includono video e ricostruzioni 3D.

Lunedì 18 maggio 2020, a partire dalle 10 e per tutta la giornata, il pubblico web potrà godere di contenuti speciali rielaborati in una narrazione unica e potrà condividerli per celebrare questo grande evento mondiale.

Analizzando i numeri, il Parco si conferma uno dei protagonisti indiscussi di questi mesi di chiusura essendo stato capace di reinventarsi e differenziando i contenuti per attrarre sempre maggiore pubblico di tutte le età.

Anche i video del direttore Francesco Sirano sono stati particolarmente apprezzati, tanto che quello relativo alla visita dei Fornici e della Barca è stato visto più di 100.000 volte tra i vari canali.

«Nel periodo del lockdown – dichiara il direttore Sirano – abbiamo raggiunto in soli due mesi sia su Instagram che su Facebook, con le visualizzazioni dei contenuti digitali, il numero di visitatori che si collegano alle nostre pagine in un anno, creando un effetto traino che per i prossimi mesi sarà fondamentale, in cui avremo bisogno di ripartire con la promozione».

«Possiamo dichiarare – prosegue Sirano – che tutti i nostri visitatori reali si sono spostati sul web, aggiungendosi al nostro pubblico virtuale, che già ci seguiva; si tratta non di spettatori passivi, ma di persone che tutti i giorni si ritrovano insieme sulle nostre pagine riconoscendosi nei valori di cui il Parco è portatore, e ritrovando nella figura di Ercole il simbolo della forza e della resilienza di cui abbiamo bisogno per superare questo momento».

«Ho condiviso immediatamente e con piacere – conclude quindi il direttore – la proposta dei miei funzionari di raccontare il Parco nella Giornata dei Musei, ricostruendo una narrativa che era stata diluita nei mesi attraverso i contenuti diffusi sui social, è un modo per riabbracciare tutti in una stretta virtuale che pian piano ci riconduce alla riapertura dei cancelli, che avverrà in totale sicurezza e tutela per visitatori e personale».

Dato positivo anche l’apprezzamento tramite commenti provenienti da ogni parte del mondo, uno tra tutti il commento di un visitatore: «We are a family of Ercolano’s in New Zealand. We were very upset to cancel our plans to visit Italy and particularly Herculaneum last month. I hope one day we can visit but for now we will enjoy your Instagram photos and stories» che dimostra il gradimento e il coinvolgimento di tanti appassionati, che è arrivato a superare “l’engagement” di tanti altri siti più famosi d’Italia.

Alessandra Randazzo

Alessandra Randazzo

Classicista e comunicatrice. Si occupa di beni culturali per riviste di settore.

Rispondi