The Ruins: ecco la prima birra artigianale dedicata a Pompei

POMPEI. Da qualche mese anche Pompei ha la sua birra esclusiva, dedicata alla sua storia plurimillenaria e alle rovine della città antica. È stata battezzata “The Ruins”: si tratta di una German lager-hell, ha una gradazione alcolica di 5.2 e un colore paglierino. La birra viene prodotta in provincia di Brescia dal birrificio artigianale Manerba, ma ciò non tragga in inganno: si tratta solo di una “scelta tecnica” in quanto la genesi concettuale della bevanda è pompeiana al 100%.

È stata “concepita” a Pompei dai suoi ideatori, che sono Emanuele Ambrosino, titolare del Pub27 di Pompei e autentico esperto del settore, e Francesco Avanzi, appunto titolare del birrificio Manerba. Dicono che è nata “per gioco”, ma la neonata birra a dicembre si è aggiudicata una medaglia d’argento al World Gluten Free Beer Award 2019. Niente male per una birra nata solo pochi mesi prima.

«La The Ruins – racconta Emanuele “Menny” Ambrosino – è una birra nata per gioco, come nascono tante cose belle. Francesco Avanzi (birraio e proprietario del birrificio Manerba di Manerba sul Garda) è un mio caro amico. Circa due anni fa fu ospite al Pub27 per presentare le sue ottime birre. Rimase incantato dalle nostre Rovine. Il suo stupore, legato alla voglia mia di regalare qualcosa di buono al territorio pompeiano, che ormai da quasi 7 anni mi ospita e mi fa sentire figlio suo, fece nascere l’idea di creare una birra ad hoc».

Perché una German lager-hell? «Abbiamo scelto questo stile birraio di tradizione tedesca per due motivi. Il primo è perché abbiamo pensato che dopo una visita agli Scavi,una birra di facile bevuta e di bassa gradazione sia l’ideale per rigenerarsi. Il secondo è perché il birrificio Manerba è leader indiscusso nella produzione di birre artigianali di stampo tedesco».

“The Ruins” ha dato risultati incoraggianti, tanto che è arrivata la partecipazione al World Gluten Free Beer Award 2019. «Abbiamo partecipato con lo spirito di chi non ha nulla da perdere. Amiamo il nostro lavoro ed è giusto non prendere sempre tutto in maniera seriosa. E così abbiamo portato a casa la Medaglia d’Argento nella Categoria 2, Low Alcohol Beers».

Ma Menny ha anche altri progetti per il futuro. «Progetti pochi, sogni tanti. Intanto ci godiamo la presentazione di una nuova birra al Beer&Food Attraction di Rimini, la “H tagliata”, prodotta a 4 mani presso il birrificio Okorei da una ricetta dei ragazzi di “Accetta Homebrewing”. Anche questa è in collaborazione con il mio piccolo progetto MennyBros, che mi vede collaborare con amici birrai italiani. Al momento MennyBros ha in ventaglio tre birre: “the Ruins” con il birrificio Manerba, “Menny Christmas” con Birene “H tagliata” con Okorei».

Marco Pirollo

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige Made in Pompei, rivista di promozione territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *