I lampioni storici di piazza Bartolo Longo: ecco dove sono oggi

Furono rimossi alla fine degli anni ’90 in occasione dei lavori di sistemazione del sagrato per il Giubileo del 2000

POMPEI. Osservando delle foto di piazza Bartolo Longo anni ‘80 qualcuno si sarà chiesto dove sono finiti i due lampioni storici che dimoravano davanti al sagrato della Basilica della Beata Vergine di Pompei (nella foto di copertina), ovvero le due storiche strutture che illuminavano le serate pompeiane e le passeggiate in piazza. Si tratta di lampioni di pregevole fattura, finemente realizzati alla base con decorazioni belle e fuori dal comune e terminanti all’apice con un supporto che sosteneva, tramite catena, un faro a campana. Sul supporto vi erano, addirittura, ai lati decorati due puttini, che ben si sposavano con lo stile della facciata del Santuario, nata nel 1901 e dedicata alla Pace Universale.

Inoltre di fronte a questi, in seguito, vi furono installati altri due lampioni, posti prima dei giardini e molto più alti. Questi ultimi avevano decorazioni di altra fattura e all’apice terminavano diversamente, con 4 fari a campana: anche perché, vista la loro altezza e il numero di fari, avevano funzione diversa in quanto illuminavano la parte restante di piazza Bartolo Longo. I due lampioni più piccoli ai lati dell’entrata della Basilica furono rimossi alla fine degli anni ’90, dopo uno degli ultimi lavori di rifacimento della Facciata per il Giubileo del 2000 e furono collocati sul retro del villino di Bartolo Longo in via Colle San Bartolomeo (nella foto in basso) dove oggi vi è il Museo vesuviano (chiuso da tempo), mentre gli altri due di fronte furono rimossi già alla fine degli anni ’60, con l’avvento della nuova piazza Bartolo Longo e a tutt’oggi non si conosce la destinazione finale.

Luigi Ametrano

Luigi Ametrano

Imprenditore alberghiero con la passione per la scrittura e la storia recente di Pompei

Rispondi