Napoli, che pasticcio: Immobile non perdona e regala il successo alla Lazio (1-0)

Gli azzurri sfiorano il vantaggio con Zielinski (palo), ma una leggerezza di Ospina nel finale condanna Insigne & Co.





ROMA. È un Napoli ancora una volta generoso con gli avversari quello visto all’Olimpico contro la Lazio, che ancora una volta regala una rete (che anche questa volta costa la sconfitta) dopo un pasticcio della retroguardia. Un goffo dribbling di Ospina regala un gol determinante a Immobile e i tre punti alla Lazio che prosegue la corsa verso la vetta, mentre il Napoli sprofonda sempre più in classifica. Anche se va detto che in campo gli azzurri non hanno affatto demeritato, anzi, sfiorando più volte il gol del vantaggio, impedito solo dal palo (a Zielinski) e dagli interventi di Strakosha (a Milik e soprattutto a Insigne).

Nei primi minuti del primo tempo le squadre si studiano a vicenda, entrambe badano di più a non scoprirsi rinunciando ad affondare il colpo. Il primo tiro verso la porta arriva solo all’11’ ed è di marca napoletana: il brasiliano avanza palla al piede e prima di entrare in area lascia partire la conclusione, che però non inquadra il bersaglio. I padroni di casa replicano un minuto dopo, con una gran combinazione Caicedo-Immobile, il tiro di quest’ultimo è stoppato provvidenzialmente da Mario Rui.

La Lazio fa sentire la propria pressione, ma Manolas e Ospina fanno buona guardia nelle retrovie azzurre. Al 26’ una indecisione di Fabian Ruiz rischia di innescare Caicedo, il cui tiro dalla distanza viene però ribattuto. Al 28’ buona giocata di Insigne, che lascia Lazzari sul posto guadagnandosi un calcio di punizione (e arriva anche il giallo per il biancoceleste). Sul tiro libero che ne segue (29’) lo stesso Insigne disegna una traiettoria pericolosa che Strakosha con un grande intervento toglie dal sette.

Al 31’ la Lazio si fa vedere in avanti con un colpo di testa di Milinkovic-Savic su corner a favore, ma il pallone vola alto sulla traversa. La replica azzurra è affidata ad Allan (33’) che dalla distanza prova a sorprendere Strakosha, ma la conclusione è troppo alta. Il Napoli tiene il campo con ordine, ma soffre sul finire del primo tempo, quando i biancocelesti si portano ancora in avanti.

Ospina è chiamato a compiere interventi provvidenziali: prima salva su Caicedo che arriva al tiro dall’interno dell’area e poi rimedia ad una indecisione di Mario Rui. Poco dopo blocca senza problemi anche una conclusione di di Milinkovic-Savic. Il primo tempo si chiude a reti inviolate. Nella ripresa non ci sono cambi, le squadre tornano in campo con gli stessi undici del primo tempo. Napoli più aggressivo nella ripresa, subito un’azione pericolosa di marca azzurra in cui ci provano prima Hysaj poi Insigne e Fabian Ruiz, ma le conclusioni sono state sempre ribattute dalla retroguardia laziale.

I biancocelesti replicano in contropiede, ma Hysaj ferma bene Milinkovic-Savic. Al 52’ azzurri ancora pericolosi con Milik che però in buona posizione non aggancia il filtrante di Callejon. In questa fase la partita si gioca a viso aperto, un paio di folate dei padroni di casa replicano alle azioni offensive del Napoli. Al 60’ Lulic crossa per Caicedo che riesce solo a spizzare di testa, pallone sul fondo. Gli ospiti rispondono con una buona trama Insigne-Fabian Ruiz, ma Lazzari è provvidenziale a spazzare via.

In questa fase il Napoli domina il campo. Al 68’ azzurri sfortunati: Zielinski va vicino al gol, ma la sua conclusione di destro, con Strakosha superato, viene respinta dalla base del palo. Arginate le ripartenze laziali, al 75’ Napoli ancora pericoloso con un rasoterra di Insigne: ancora provvidenziale l’intervento di Strakosha. Ma all’82’ arriva il solito pasticcio difensivo del Napoli, costante di questa stagione, che regala il vantaggio agli avversari.

In una situazione praticamente inoffensiva per gli azzurri Ospina azzarda il dribbling e si fa soffiare la palla da Immobile che non ci pensa due volte a girarsi e a calciare verso la porta, Di Lorenzo ci arriva, tocca sulla linea ma non riesce a salvare e il pallone si insacca inesorabilmente per il vantaggio laziale. Il Napoli accusa il colpo ma cerca subito il pareggio con un tiro di Milik che dalla distanza impensierisce Strakosha.

Azzurri sbilanciati che ovviamente lasciano il campo ai padroni di casa e Ospina è chiamato a intervenire ancora su una chiara occasione da gol per Immobile. Nel recupero l’estremo difensore laziale è invece provvidenziale a respingere un tiro di prima intenzione di Insigne. Per il Napoli non c’è altro da fare. Dopo tre minuti di recupero Orsato fischia tre volte e decreta la vittoria dei padroni di casa.

LAZIO-NAPOLI 1-0 (0-0)

LAZIO (3-5-2): Strakosha – Luiz Felipe, Acerbi, Radu – Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva (81’ Berisha), Luis Alberto (90’ Jony), Lulic – Caicedo (63’ Cataldi), Immobile. A disposizione: Proto, Guerrieri, Bastos, Patric, André Anderson, Adekanye, Jorge Silva. All. Inzaghi.
NAPOLI (4-3-3): Ospina – Hysaj, Di Lorenzo, Manolas, Mario Rui – Fabian Ruiz, Allan (83’ Llorente), Zielinski – Callejon (88’ Elmas), Milik, Insigne (90’+1’ Lozano). A disposizione: Karnezis, Luperto, Tonelli, Daniele, Gaetano. All. Gattuso.
RETI: 82’ Immobile (L)
ANGOLI: 6-6
AMMONITI: Lazzari (L), Manolas (N), Lulic (L),
ARBITRO: Orsato



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento