Casillo: «Dal turismo dati incoraggianti per il territorio vesuviano. Continuiamo su questa strada»

Quasi 4 milioni di turisti hanno visitato i siti del Parco Archeologico di Pompei nel corso del 2019 appena concluso





POMPEI. «I quasi 4 milioni di turisti che hanno visitato i siti del Parco Archeologico di Pompei (Stabia, Oplonti, Antiquarium di Boscoreale, Scavi di Pompei) nel corso del 2019 e che fanno registrare un sostanziale aumento rispetto all’anno precedente, rappresentano un risultato incoraggiante e se accorpati, con gli altrettanti dati positivi fatti registrare dal Vesuvio (circa 800mila accessi al Cono), dagli Scavi di Ercolano che per il secondo anno di fila superano il mezzo milione di accessi, senza dimenticare gli oltre 200mila turisti al Museo di Pietrarsa, testimoniano la valenza e l’importanza dell’offerta turistica del territorio vesuviano»: è quanto afferma Mario Casillo, capogruppo del Pd in consiglio regionale e referente del Grande Progetto Pompei. «Certo dobbiamo fare di più e continuare in quell’opera di valorizzazione e promozione comune di questo vasto e bellissimo territorio. Le azioni che insistono e che insisteranno su tutto il territorio grazie al Grande Progetto Pompei, al masterplan del Vesuvio e alla riqualificazione ambientale e del tratto di costa messe in atto in questi anni dalla Regione Campania faranno sentire i loro effetti e sono sicuro che all’inizio del prossimo anno continueremo a registrare un sostanziale aumento di presenze turistiche con un evidente ricaduta in termini economici per tutto il territorio» conclude Casillo.



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento