Pompei, in teatro lo spettacolo di Natale dei ragazzi dei centri educativi del Santuario

La rappresentazione teatrale vedrà i ragazzi tra 6 e 16 anni al loro primo debutto in scena ne “La Cantata dei Pastori”

POMPEI. Venerdì 20 dicembre 2019 dalle ore 17 si terrà lo spettacolo di Natale dei ragazzi dei centri educativi del Santuario della Beata Vergine Maria del Santo Rosario di Pompei presso il Teatro Di Costanzo Mattiello. Lo spettacolo vedrà i ragazzi, tra 6 e 16 anni, al loro primo debutto ne “La Cantata dei Pastori”. L’associazione Sportello Popolare Onlus contribuisce nella preparazione annuale dello spettacolo, sempre attenta a perseguire finalità sociali a favore dei minori abbandonati o a rischio con particolare riguardo a quelli abitanti nei quartieri più poveri delle città dell’Italia meridionale.

«Il nostro scopo – ha risposto il presidente dell’associazione, Francesco Nania – è quello di sostenere e sensibilizzare la società civile sui problemi legati all’infanzia incentivando e promuovendo, dove possibile, aiuti ai minori con assistenza e sostegno economico. I nostri soci sono tutti professionisti che operano nel sociale a titolo gratuito per poter coinvolgere persone, organismi ed istituzioni pubbliche e private di contribuire al miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni più povere delle nostre città».

Poter donare un sorriso ai questi ragazzi che con impegno e dedizione si sono prodigati nella preparazione di questo spettacolo è lo scopo dell’evento che vede come presentatrice della serata Raffaella Sorrentino. «I ragazzi provengono da situazioni disagiate in cui manca il punto fermo della famiglia – ha commentato la presentatrice dell’evento Raffaella Sorrentino – e con grande emozione e desiderosi di una “rivincita” debutteranno venerdì nella famosa Sonata dei pastori. Affideranno le loro preghiere alla canzone dello Zecchino d’Oro “Forza Gesù”».

Redazione Made in Pompei

Redazione Made in Pompei

Made in Pompei è una rivista mensile di promozione territoriale e di informazione culturale fondata nel 2010.

Rispondi