Castellammare, con la Notte della Tammorra parte il cartellone di eventi natalizi

La riscoperta del patrimonio archeologico della città e uno spettacolo che riannoda i fili della memoria alla festa e alla gioia collettiva





CASTELLAMMARE DI STABIA. Una nuova occasione per riscoprire il patrimonio storico-artistico di Castellammare e uno spettacolo per riannodare i fili della memoria alla festa e alla gioia collettiva. Si aprirà così il cartellone degli eventi natalizi promosso dal Comune di Castellammare di Stabia. La mattina del 7 dicembre 2019 alle ore 11, si potrà gustare il fascino del sito archeologico di Villa San Marco nel corso di una visita guidata, gratuita e senza obbligo di prenotazione, nei suggestivi ambienti della domus di età augustea che sorge sulla collina di Varano.

La sera, a partire dalle ore 21, sull’arenile sarà di scena “La notte della tammorra on tour” a cura de Il Canto di Virgilio. Un concerto/spettacolo che unisce il suono dionisiaco e apotropaico della tammorra, il ritmo avvolgente della danza e il potere evocativo della parola e del canto popolare al simbolo purificatore del fuoco dei falò della vigilia dell’Immacolata, una delle più antiche e radicate tradizioni stabiesi. Lo spettacolo è una creazione di Carlo Faiello che ne è il maestro concertatore. Faiello, autore di alcune delle pagine più interessanti del folk partenopeo dell’ultimo ventennio, è protagonista di un’intensa attività di ricerca etno-musicologica che, nell’orchestrazione di questo progetto, valorizza il rapporto tra il momento della festa e il riconoscimento identitario della comunità.

Con lui il cantante e attore Giovanni Mauriello, tra i fondatori della Nuova Compagnia di Canto Popolare e interprete delle opere di Roberto De Simone; Marcello Colasurdo, esponente della canzone popolare vesuviana, voce storica degli Zezi e leader della famosa Paranza; la Santa Chiara Orchestra (con Sasà Brancaccio al basso; Vittorio Cataldi alla fisarmonica; Francesco Paolo Manna alle percussioni; Gianluca Mercurio alla batteria; Pasquale Nocerino al violino; le voci Maria Teresa Iannone e Emanuela de Vivo). Le danze sono affidate al Corpo di Danza Popolare Domus Ars.

I due eventi rientrano nel progetto Domus Stabiae. Cultura Ri-sorgente (P.o.c. Campania 2014-2020) organizzato dalla Ravello Creative Lab e volto a valorizzare e diffondere le bellezze storico-artistiche e le tradizioni popolari e musicali di Castellammare di Stabia. A seguire, a partire dalle ore 23, si esibiranno I Ditelo Voi in uno spettacolo di cabaret a cura del Comune di Castellammare di Stabia, immediatamente prima degli ormai celebri falò dell’Immacolata, che andranno in scena sull’arenile, corredati da uno spettacolo di fuochi d’artificio. (info visita guidata: tel. +39 320 7275544; e-mail: infodomustabiae@gmail.com)



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento