Torre Annunziata, CortoDino 2019 dedicato al 50esimo dello sbarco sulla Luna

Il festival del cinema propone dieci giorni di proiezioni, dibattiti e masterclass e la consegna dei premi a ospiti illustri





TORRE ANNUNZIATA. Torna il cinema a Torre Annunziata con CortoDino, il festival internazionale di cortometraggi organizzato dall’associazione culturale Esseoesse. L’appuntamento, quest’anno giunto alla nona edizione, parte con l’inaugurazione delle due mostre, pittorica in pietra lavica e grafica, “La luna al cinema”. Dieci giorni di proiezioni, dibattiti e masterclass fino a venerdì 29 novembre 2019, che si concluderà presso l’Aula Magna De Chirico di Torre Annunziata, con i registi in concorso, consegna dei premi con la presenza di ospiti illustri.

Al centro delle attenzioni quest’anno ci sarà la scuola. Infatti, partner principali dell’evento saranno il liceo artistico “Giorgio De Chirico”, che quest’anno ospita gran parte delle proiezioni e l’appuntamento finale, l’istituto comprensivo Parini Rovigliano di Torre Annunziata e l’istituto comprensivo Sancia d’Angiò di Trecase.

«In occasione del 50esimo anniversario dello sbarco sulla Luna abbiamo pensato di dedicare questa edizione al nostro satellite – spiega Filippo Germano, presidente di Essoesse – La Luna è la protagonista delle prime forme di cinema che abbiamo avuto ad inizio secolo scorso. Nel 1902 infatti Georges Méliès con il suo “Voyage dans la lune” porta l’uomo sulla luna 67 anni prima di Neil Armstrong. Una storia di fantasia, con un proiettile lanciato nell’occhio della luna con sua grande irritazione, gli astronauti incontrano i seleniti e il loro re, vengono catturati e poi riescono a scappare. Una storia che spiega come con la Luna sia possibile sognare, immaginare e stupire».

Oltre 3.000 film giunti quest’anno da ogni parte del pianeta, cinque le categorie in cu sono stati divisi i circa 110 film selezionati per la finale. Nel programma, spazio alla prima mondiale di “Francesca”, il cortometraggio realizzato dall’istituto Parini Rovigliano e l’associazione Esseoesse, all’esibizione musicale degli alunni della Sancia D’Angiò, che suoneranno le colonne sonore dei migliori film della storia del cinema e ad un cinetour durante il quale saranno visitati i luoghi della città set di film e fiction tv. Novità di quest’anno la sezione “talent” per scovare nuovi talenti. Cortodino è stato aperto dalla mostra con i costumi di scena di Giacomo Furia, esposizione ancora accessibile fino al 30 novembre 2019.

Presente anche una giuria internazionale composta da Juliet Esey Joseph Manetti, Ira Fronten, Juan Diego Puerta Lopez, inoltre durante la serata finale del 29 novembre 2019,  presentata da Gabriele Blair, ci saranno incontri e proiezioni con Isabel Russinova, Kassim Yassin Salem, Mohammed Yossameldin. Grande attesa anche per l’arrivo di Mario Donatone, il killer-prete del Padrino Parte III e per il documentario di Gianfranco Pannone “Scherza con i fanti”.

Spazio anche alla letteratura, con l’ultimo libro del critico di cinema Ignazio Senatore: “Il cinema appartiene ai sognatori”.  Previsti per la serata finale ospiti illustri, tra cui il produttore Gianfranco De Rosa (Hannibal, Fortapasc, ecc.), le attrici Nunzia Schiano, gli attori Franco Iavarone ed Ernesto Mahieux e infine una delle più luminose protagoniste del cinema italiano dagli anni ’60 ad oggi: Sandra Milo. L’attrice, che riceverà il meritato “Premio Cortodino alla Carriera”, presenterà in anteprima il cortometraggio “Eclissi”, regia di Valerio Carta, di cui è protagonista con la giovane Iole Mazzone, che sarà presente insieme alla consulente artistica Francesca Piggianelli.



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento