Savoia, il passaggio del turno in Coppa Italia sfuma dal dischetto

I bianchi sprecano e i 90 minuti regolamentari si chiudono a reti inviolate, ai calci di rigore la spunta il Fasano 





TORRE ANNUNZIATA. Si chiude agli ottavi l’avventura in Coppa Italia del Savoia. La squadra di mister Parlato è stata eliminata dalla Città di Fasano che, dopo lo 0-0 dei tempi regolamentari della gara giocata al Giraud di Torre Annunziata, ha battuto 3-4 i bianchi ai calci di rigore. A sbagliare i penalty, tra le fila dei padroni di casa, Pozziello, Cerone e Dionisi. Al 6’ prima occasione del match, per il Savoia, sui piedi di Osuji ma Suma para il tiro dell’oplontino e devia la palla in angolo. Al 10’ Pozziello passa la palla ad Osuji che, d’esterno destro, non centra lo specchio della porta, palla sul fondo.

Al 14’: Oyewale crossa in mezzo, Scalzone riceve ma non riesce ad impattare la sfera nel migliore dei modi e Suma impedisce ai bianchi di passare in vantaggio. Al 29’, da calcio di punizione, arriva la prima occasione per il Fasano, ma Coppola è reattivo e devia la palla in angolo. Al 35’ azione prolungata del Fasano e al 38’ Cochis su punizione sfiora il palo sinistro della porta difesa da Coppola. La prima frazione termina, dopo 1 minuto di recupero, sullo 0-0.

Nella ripresa, all’11’, occasionissima per il Savoia: Rondinella riceve palla in area ma, a tu per tu col portiere, la colpisce male di esterno, la sfera sfiora il palo e finisce sul fondo. Dopo circa 20 minuti senza, quasi, nessuna azione per entrambe le squadre al 31’ è il Savoia a rendersi pericoloso: Cerone la crossa in area dove Scalzone di prima, al volo, tira in porta ma la palla colpisce il secondo palo della porta del Fasano. È la grande, ed ultima, occasione per i bianchi per sbloccare la gara. Anche il secondo tempo termina sullo 0-0, a decretare la vincitrice saranno i calci di rigore.

Ecco la sequenza dei tiri dal dischetto. Primo rigore: Gomes (F) segna mentre Pozziello (S) colpisce il palo, 0-1 Fasano. Il secondo rigore viene realizzato sia da Diaz (F) che Scalzone (S) 1-2 Fasano. Terzo rigore Titarelli (F) tira sul fondo e Diakite (S) pareggia il parziale è di 2-2. Quarto rigore Corvino (F) segna ed anche Giunta (S) parziale sul 3-3. Quinto rigore Ganci (F) si fa parare il tiro e Cerone (S) butta via il match ball, anche lui si fa parare il tiro, parziale ancora sul 3-3. Sesto rigore Gonzalez (F) segna mentre Dionisi (S) la spedisce sul fondo. La gara termina 3-4 per il Fasano, Savoia eliminato.

SAVOIA-FASANO 3-4 d.c.r. (0-0)
SAVOIA: Coppola, Oyewale, Poziello, Cerone, Gatto (dal 30’ p.t. Giunta), Osuji (dal 7’ s.t. Diakite), Dionisi, Riccio, Rondinella, Tascone, Scalzone. A disposizione: Prudente, Giunta, Romano, Cavucci, Laino, D’Auria, Peluso, Paudice, Diakite. Allenatore: Parlato Carmine
CITTÀ DI FASANO: Suma, De Vitis, Pericone (dal 34’ s.t. Lanzone), Ganci, Panebianco, Gonzalez, Cochis (dal 12’ s.t. Gomes), Titarelli, Cavalieri (dal 34’ s.t. Diop) Corvino, Prinari (dal 28’ s.t. Diaz). A disposizione: Rizzitano, Rizzo, Lorusso, Diop, Sisto, Lanzone, Serri, Gomes, Diaz Allenatore: Laterza Giuseppe
AMMONITI Pozziello (S) Cavaliere (F) Ganci (F) Gonzalez (F)



mm

Alessio Barco

Sono un giornalista pubblicista, ho 20 anni e sono di Torre Annunziata. Studio Giurisprudenza e ho molte passioni, tra cui quella per il giornalismo, nata tra i banchi di scuola fin dalle elementari, quando iniziai a scrivere i miei primi articoli per il giornalino scolastico. Altra passione è quella per la Cultura, in particolare per l’Archeologia, coltivata anch’essa sin da bambino e alimentata attraverso la partecipazione alla vita associativa e culturale della mia città.

Lascia un commento