Pompei, la Polizia Postale mette in guardia dai pericoli del cyberbullismo sui social network

Un progetto al passo con i tempi delle nuove generazioni, che nelle precedenti edizioni ha raccolto grande consenso





POMPEI. Dalle 9.30 alle 13.30 di domani, venerdì 15 novembre 2019, il truck della Polizia Postale e delle Comunicazioni arriverà in piazza Bartolo Longo, a Pompei, per incontrare adolescenti, insegnanti e genitori mettendoli in guardia dai rischi del cyberbullismo sui social network. Un progetto al passo con i tempi delle nuove generazioni, che nel corso delle precedenti edizioni ha raccolto un grande consenso. Gli operatori della Polizia hanno incontrato, nelle piazze e nelle scuole, oltre 2 milioni di studenti, 220.000 genitori, 125.000 insegnanti di 17.000 Istituti scolastici. Sono state sinora raggiunte 300 città e sono state aperte due pagine Twitter e Facebook con 127.000 like e 12 milioni di utenti mensili sui temi della sicurezza online. L’obiettivo è “fare in modo che il dilagante fenomeno del cyberbullismo e di tutte le varie forme di prevaricazione connesse ad un uso distorto delle tecnologie, non faccia più vittime”. L’obiettivo dell’iniziativa, infatti, è quello di prevenire episodi di violenza, vessazione, diffamazione, molestie online, attraverso un’opera di responsabilizzazione in merito all’uso della “parola”. Anche gli studenti pompeiani, possono lanciare un loro messaggio contro il cyberbullismo.



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento