Milik torna al gol: con la sua doppietta il Napoli stende il Verona (2-0)

Due reti del polacco, una per tempo, regalano il successo agli azzurri nella gara contro gli scaligeri al San Paolo





NAPOLI. Il Napoli torna al successo nella gara casalinga contro il Verona di Juric: Milik si sblocca e con una doppietta regala la vittoria agli azzurri (2-0), che sperano così di essersi lasciati alle spalle un momento difficile. Ancelotti non stravolge la squadra, le uniche novità sono Younes in campo dal primo minuto e Insigne schierato in attacco alle spalle di Milik. Juric “si cautela” con Pessina e Zaccagni alle spalle di Stepinski, a centrocampo Amrabat in coppia con Veloso.

L’inizio dei veronesi in effetti è buono, senza timore reverenziale per i padroni di casa. La prima offensiva è infatti del Verona, che usufruisce di un corner al 2’: Veloso mette in mezzo, sulla respinta di Koulibaly ci prova Ambrabat che, dal limite, calcia lontanissimo dalla porta azzurra. Il Napoli risponde al 6’ con un cross pericoloso di Malcuit, che Silvestri in tuffo riesce a disinnescare, prima che Milik possa deviare verso la rete. Al 10’ ancora i gialloblu in avanti con un tiro-cross di Faraoni, ma Meret blocca senza problemi.

Il Napoli insiste e si rende pericoloso in due occasione ravvicinate, tra il 12’ e il 13’. Prima Insigne serve Callejon sul secondo palo, ma Gunter salva in angolo. Sugli sviluppi svetta Di Lorenzo, Silvestri blocca a terra. Il Napoli sembrava avere il controllo del campo ma tra il 19’ e il 23’ il Verona si scatena e va più volte vicino al gol. Al 19’ Meret è chiamato ad un triplice intervento: nel giro di pochi secondi il portiere azzurro con tre parate prodigiose nega il gol a Lazovic, a Pessina e a Zaccagni, finché Manolas non spazza in angolo.

Al 21’ si ripete ancora il duello Meret-Zaccagni con un tiro dalla distanza di quest’ultimo, che il portiere ancora una volta devia in corner. Due minuti dopo un colpo di testa di Kumbulla di perde alto sopra la traversa. Gli azzurri si rivedono solo al 29′ con Callejon, ma il tiro dello spagnolo è alto e si perde sul fondo, e un minuto dopo con Di Lorenzo, la cui conclusione finisce a lato della porta difesa da Silvestri. Il Verona non rinuncia a farsi vedere dalle parti di Meret ma il colpo di testa di Faraoni (32’) è impreciso.

Al 37’ a sbloccare la partita è Milik, al suo primo gol stagionale (1-0). Azione tutta spagnola con Callejon che serve Fabian Ruiz sulla sinistra, sul cross di quest’ultimo si avventa Milik da vero rapace dell’area di rigore e porta gli azzurri in vantaggio, alla prima vera occasione da gol. Incassata la rete, i gialloblu replicano con il solito Veloso: al 40’ prova a sorprendere Meret ma si procura il corner.

Dalla bandierina va lo stesso portoghese che prova a tirare direttamente in porta, ma il pallone colpisce l’esterno della rete. La prima parte di gara si chiude sul punteggio di 1-0 per il Napoli, con il gol di Milik: ma il Verona si è reso pericoloso più di una volta dalle parti di Meret.

Le squadre tornano in campo per la ripresa con le stesse formazioni del primo tempo. Gli azzurri partono all’attacco: al 48’ ci prova Insigne, ma Silvestri non si fa sorprendere e mette in corner, poi Manolas alza sopra la traversa di testa il tiro proveniente dalla bandierina. Al 53’ Fabian Ruiz impegna Silvestri a respingere con i pugni un tiro dalla distanza. Due minuti dopo è ancora Ruiz a rendersi pericoloso, con un tiro che viene deviato da un difensore ed esce di un soffio: stessa sorte per una conclusione di Younes al 57’.

Quando la pressione del Napoli sembra farsi meno incisiva arriva il raddoppio degli azzurri (68’): a marcare ancora il cartellino è Milik, che trova l’attimo giusto per anticipare Silvestri e deviare in rete una punizione calciata da Insigne. È la settima doppietta del polacco in Serie A. Il Verona si rifà vivo solo al 70’ con Faraoni: merito anche del Napoli che nella ripresa ha trovato maggiore equilibrio e difende con più ordine. Il tiro del numero 5 gialloblu dalla distanza finisce di poco a lato. Al 76’ e all’80’ ci provano prima Kumbulla di testa e poi Amrabat ma in entrambi i casi la mira è imprecisa e il Verona non impensierisce Meret.

Nel frattempo Ancelotti inserisce Mertens e Llorente al posto di Insigne e Milik. C’è ancora tempo per sfiorare il gol da parte del Napoli: Llorente e Mertens hanno una doppia chance per insaccare, ma l’occasione si perde con il palo colpito dal belga. Tra l’89’ e il 91’ un Verona ormai stanco e demotivato sfiora la rete della bandiera con Tutino prima e con Rrahmani, poi, ma la mira è sempre imprecisa. È l’ultimo brivido della gara che si chiude dopo 3’ di recupero con il punteggio di 2 a 0 per il Napoli, grazie alla doppietta di Milik: un gol per tempo per il polacco che mette a segno le sue prime reti stagionali.

NAPOLI-VERONA 2-0 (1-0)

NAPOLI (4-4-2): Meret – Malcuit, Manolas, Koulibaly, Di Lorenzo – Callejon, Allan, Fabian, Younes (65’ Zielinski) – Milik (81’ Llorente), Insigne (75’ Mertens). A disposizione: Rui, Elmas, Luperto, Ospina, Karnezis, Ghoulam, Tonelli, Gaetano. All. Ancelotti.
VERONA (3-4-2-1): Silvestri – Rrahmani, Kumbulla, Gunter – Faraoni, Amrabat (81’ Tutino), Veloso, Lazovic – Zaccagni (52’ Salcedo), Pessina – Stepinski (60’ Di Carmine). A disposizione: Vitale, Henderson, Verre, Bocchetti, Berardi, Danzi, Dawidowicz, Empereur, Adjapong. All. Juric.
RETI: 37’ e 68’ Milik (N)
ANGOLI: 6-8
AMMONITI: Koulibaly (N), Lazovic (V), Gunter (V), Faraoni (V), Zielinski (N),
ARBITRO: Piccinini M.



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento