Il Napoli non brilla ancora: a Torino contro i granata un altro pareggio a reti inviolate

Napoli  con il 4-3-3 e tridente “leggero” in avanti Insigne, Lozano, Mertens: nella ripresa entra Llorente ma non basta





TORINO. Un altro pareggio ad occhiali (0-0) per gli azzurri contro il Torino, dopo quello contro il Genk di mercoledì scorso in Champions League. Se c’è di buono la tenuta della difesa, malgrado infortuni e squalifiche che hanno costellato l’inizio di questa stagione (tra l’altro oggi si è acciaccato anche Hysaj), c’è da registrare la frenata in attacco della squadra di Ancelotti, che non segna da cinque tempi (l’ultimo gol nel primo tempo della gara casalinga contro il Brescia).

Eppure oggi il tecnico azzurro aveva schierato un Napoli  con il 4-3-3 e tridente “leggero” in avanti, formato da Insigne e Lozano sulle fasce e Mertens al centro, a favorire gli inserimenti di Zielinski e Fabian da dietro. Il primo tempo, in effetti, è stato di marca azzurra, anche se il belga è stato servito poche volte dai compagni. Nella ripresa il Toro ha fatto valere la fisicità dell’undici di Mazzarri e si è vista una gara più equilibrata, con occasioni da una parte e dell’altra. Alla fine ne scaturisce un pareggio che non accontenta nessuna delle due squadre.

Al 3’ si segnala un destro dalla distanza di Insigne, ma nessun pericolo per Sirigu. Sette minuti dopo la prima vera occasione del match per il Napoli: buona puntata in avanti di Luperto che serve al centro Fabian Ruiz, il tiro dello spagnolo da fuori area è deviato in angolo dal portiere granata. Sugli sviluppi del corner il colpo di testa di Lozano si perde alto sulla porta. Al 14’ ancora un’azione in attacco del Napoli: Insigne prova il tiro, deviato da Lyanco e Sirigu blocca.

I padroni di casa replicano un minuto dopo: Zielinski scivola e favorisce Rincon, che dal limite serve Verdi: il tiro dell’ex azzurro finisce sull’esterno della rete. Dopo una fase in cui le squadre si sono affrontate soprattutto in mediana, si registra un tiro di Zielinski (23’) che aggancia un preciso passaggio di Mertens  sul limite dell’area e calcia forte sulla destra, ma il portiere granata riesce a bloccare senza problemi.

Al 26’, il Torino risponde con un calcio di punizione e un colpo di testa di Rincon che si perde alto sulla traversa. Due minuti dopo Mertens riceve da Lozano e s’inventa un destro morbido che sfiora il palo lontano. Al 33’ l’infermeria del Napoli va ad affollarsi ancora con Hysaj, che è costretto a uscire per infortunio: nuova tegola per Ancelotti, che al suo posto inserisce Ghoulam.

Al 44’ break del Torino con Verdi che ci prova dal limite, Meret è pronto e blocca. Sempre i granata si rendono pericolosi sul finire del primo tempo, in pieno recupero: prima con Ansaldi che impegna severamente Meret, sulla ribattuta ancora Verdi prova a far male ai suoi ex compagni, ma il pallone è ancora sull’esterno della rete. Il primo tempo si chiude a reti inviolate. Nella prima parte di gara il Napoli ha avuto il pallino del gioco, ma non è riuscito a concretizzare il possesso territoriale.

Nessun cambio nell’intervallo per le due formazioni. La prima occasione è di marca granata. Ansaldi crossa dalla destra, Rincon schiaccia di testa, Meret blocca in due tempi. Sul ribaltamento di fronte, Lozano entra in area ma il suo destro è deviato in angolo da Laxalt. Al 51’ Belotti insacca, ma era in furogioco. Al 60’ una buona occasione per Lozano che ci prova dalla distanza, ma il pallone esce alto sulla traversa. E’ l’ultima giocata del messicano che lascia il posto a Callejon.

Sei minuti dopo Ancelotti inserisce anche Llorente al posto di Insigne, il Napoli torna al 4-4-2. Le occasioni arrivano da un parte e dall’altra. Una rovesciata di Belotti finisce fuori, mentre il nuovo entrato del Napoli indirizza verso la porta un cross di Di Lorenzo ma la mira non è precisa. Minuto 74: Rincon recupera una palla persa, Ansaldi lascia partire un tiro di sinistro, Luperto è provvidenziale a deviare in angolo. Sul corner, Izzo di testa manda alto sopra la traversa.

All’83’ si rivede il Napoli: Llorente prova a sfruttare di testa un cross da angolo, ma Sirigu blocca. All’87’ una buona occasione per il solito Llorente che ancora di testa devia verso la porta un cross di Callejon, ma stavolta il pallone è fuori. Un minuto dopo ci prova il Torino, con il nuovo entrato Iago Falque, ma Meret non si lascia sorprendere. È l’ultimo brivido della partita, che dopo quattro minuti di recupero scivola verso lo 0-0. Per il Napoli testa già al prossimo impegno casalingo contro il Verona.

TORINO-NAPOLI 0-0 (0-0)

TORINO (3-5-2): Sirigu – Izzo, Nkoulou, Lyanco – Ansaldi, Baselli (71’ Meite), Rincon, Lukic (83’ Ola Aina), Laxalt – Verdi (88’ Iago Falque), Belotti. A disposizione: Rosati, Ujkani, Bonifazi, Djidji, Millico, Berenguer.
NAPOLI (4-3-3): Meret – Di Lorenzo, Manolas, Luperto, Hysaj (33’ Ghoulam) – Zielinski, Allan, Fabian Ruiz – Insigne (66’ Llorente), Mertens, Lozano (61’ Callejon). A disposizione: Ospina, Karnezis, Malcuit, Tonelli, Elmas, Younes, Gaetano, Milik. All. Ancelotti.
ANGOLI: 4-5
AMMONITI: Lukic (T), Lozano (N), Luperto (N),
ARBITRO: Doveri D.



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento