Nel centro Bartolo Longo la tradizionale Festa dell’Accoglienza per i giovani ospiti

Alla presenza dell’arcivescovo Caputo, il benvenuto a ragazzi e ragazze dell’Opera che porta il nome del Fondatore





POMPEI. “A Valle di Pompei, la Vergine col suo Rosario restaura il concetto puro, luminoso, possente della Carità. Le Opere di beneficenza educatrice, che circondano il Santuario, non ne sono una aggiunta accidentale, ma ne sono invece la naturale espansione; sono i sentimenti destati dal Rosario di Maria che diventano bellezza d’arte, maestà di monumento, e più ancora forza soccorritrice di salvezza sociale”. Come ricorda il Santuario di Pompei dalla fanpage ufficiale dell’ente su Facebook, lo scrisse il Beato Bartolo Longo sulle pagine de “Il Rosario e la Nuova Pompei” del 1911. La carità – prosegue il post – è ancora terreno fertile in cui si radica saldamente il Santuario di Pompei. E alle 17 di mercoledì 25 settembre 2019, nel cortile del Centro educativo “Bartolo Longo”, a via Sacra 39, si rinnoverà, alla presenza dell’Arcivescovo di Pompei, Monsignor Tommaso Caputo, la festa dell’accoglienza di ragazzi e ragazze nell’Opera che porta il nome del Fondatore. Sotto la guida dei Fratelli delle Scuole cristiane di San Giovanni Battiste de La Salle comincia un nuovo anno di formazione, di gioco, di condivisione e di fraternità. “La Madonna di Pompei e il Beato – è l’augurio del Santuario ai giovani – accompagnino il cammino dei ragazzi e dei loro educatori”.



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento