Napoli, notte da Champions: debutto vincente contro il Liverpool (2-0)

Mertens e Llorente, al primo gol in maglia azzurra, regalano il successo agli azzurri nella sfida ai Campioni in carica





NAPOLI. Il Napoli non fallisce l’esordio nel Girone E di Champions League e ha la meglio sul Liverpool campione d’Europa in carica, battuto per 2-0 con le reti di Mertens su rigore e di Llorente nel finale, in un match molto equilibrato, almeno fino a metà ripresa. Ancelotti parte con Lozano e Mertens in attacco, supportati da Insigne e Callejon sugli esterni, ma i cambi intorno all’ora di gioco si riveleranno determinanti.

Il primo brivido è di marca azzurra e arriva quando il cronometro segna 6 minuti di gioco. Mario Rui recupera un pallone nella sua trequarti e lancia Insigne che scatta, va all’uno contro uno con un avversario e serve l’accorrente Fabian Ruiz che scarica in porta di prima intenzione: Adrian respinge proprio sui piedi dello spagnolo che riprova la botta ma il portiere salva di nuovo. Il tap in di testa di Lozano finisce poi in rete, ma il gol è annullato per netto fuorigioco.

Tra il 10’ e il 12’ il Napoli rischia con un paio di ripartenze pericolose dei Reds con Salah, ma in entrambi i casi Koulibaly si mostra insuperabile e ferma con autorevolezza gli spunti l’egiziano. Al 13’ un tiro di Lozano dal limite deviato in fallo laterale mette pressione agli ospiti. Al 20’ il Liverpool fa tremare i tifosi azzurri: Insigne perde un pallone sanguinoso sulla tre quarti e innesca Henderson che libera in area Manè, ma Meret si fa trovare pronto sul primo paleo e devia in corner.

Al 22’ Salah pericoloso in area ma è murato da Manolas, poi il tiro di Henderson si perde alto sulla traversa. Sette minuti dopo c’è una incursione di Firmino fino al limite dell’area azzurra, ma il suo tentativo è respinto da Manolas, la seconda chance per l’attaccante dei Reds è debole e finisce dritta tra le braccia di Meret. Al minuto 36 si rivede Salah, che si procura lo spazio dal vertice sinistro dell’area napoletana ma il tiro non impensierisce Meret che controlla e lascia sfilare sul fondo.

Sul finire del primo tempo (43’) ancora gli inglesi pericolosi. Prima Mario Rui è provvidenziale a mettere in angolo un pallone che sarebbe finito a Salah tutto solo in area. Sugli sviluppi del corner un colpo di testa di Milner, dimenticato dai difensori azzurri, finisce a lato di un soffio. È l’ultima azione della prima parte di gara, che si chiude a reti inviolate.

La ripresa si apre con una incredibile occasione da gol per il Napoli (49’). Buona azione costruita dagli azzurri sulla fascia destra, ma quando il pallone arriva a Insigne, Lorenzo serve l’accorrente Mario Rui che crossa morbido per Mertens: la traiettoria è perfetta per il tiro volante del belga ma una gran parata di controbalzo di Adrian nega il vantaggio ai padroni di casa. Al 51’ invece è Di Lorenzo a vanificare lo stop a seguire in area di Manè. Quattro minuti dopo ancora Liverpool pericoloso: contropiede due contro due dei Reds, Manè non s’intende con Salah e l’azione sfuma.

Al 63’ è invece Meret a compiere un autentico miracolo su Salah e a mettere una pezza a uno svarione difensivo di Manolas. Le squadre intanto operano i primi cambi. Dentro Zielinski per Insigne nel Napoli, Wijnaldum prende il posto di Milner tra i Reds. Al 66’ Ancelotti cerca di dare peso all’attacco, con Llorente al posto di Hirving Lozano.  Ma è ancora il Liverpool a rendersi pericoloso con Manè lanciato al tiro da un tocco di Firmino: Meret è pronto e para a terra.

All’80’ cambia la storia della partita. Una buona azione degli azzurri propiziata da Llorente porta Callejon al dribbling in area su Robertson, che interviene sbilanciando lo spagnolo. Per Brych è rigore, la decisione è confermata dalla Var. Dal dischetto va Mertens che batte di potenza: Adrian intuisce ma non riesce a fermare il pallone, il Napoli è avanti (1-0) a 9 minuti dal termine.

All’86’ gli ospiti rispondono da corner con un colpo di testa di Henderson che si spegne debolmente alla destra di Meret. Il Napoli chiude la gara in attacco, arginando le manovre inglesi. E proprio su un’azione di pressing di Mertens arriva la zampata vincente di Llorente, che taglia bene in area, anticipa tutti, compreso Adrian e insacca per il raddoppio del Napoli. È l’ultima emozione del match che consegna agli almanacchi il successo del Napoli sul Liverpool per 2 a 0: non poteva essere più positivo l’esordio degli azzurri in Champions League.

NAPOLI-LIVERPOOL 2-0 (0-0)
NAPOLI (4-4-2): Meret, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui, Callejon, Allan (75’ Elmas), Ruiz, Insigne (64’ Zielinski), Lozano (66’ Llorente), Mertens. A disposizione: Ospina, Ghoulam, Maksimovic, Milik. All. Ancelotti.
LIVERPOOL (4-3-3): Adrian, Alexander-Arnold, Matip, van Dijk, Robertson, Henderson (85’ Shaqiri), Fabinho, Milner (66’ Wijnaldum), Salah, Firmino, Mane. A disposizione: Gomez, Kelleher, Lovren, Lallana, Oxlade-Chamberlain, Caoimhin. All. Klopp.
RETI: 81’ Mertens (N), 92’ Llorente (N)
ANGOLI: 7-6
AMMONITI: Robertson (L), Milner (L), Llorente (N).
ARBITRO: Brych F. (Germania)



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento