In arrivo dalle navi Costa Crociere i pasti per la mensa dei poveri di Pompei

L’iniziativa del Banco Alimentare impiega cibo e generi alimentari di buona qualità recuperati dal possibile spreco 





POMPEI. Grazie all’iniziativa del Banco Alimentare giungeranno anche alla mensa dei poveri “Papa Francesco” di Pompei, gestita dal 2015 dal Sovrano Ordine Militare di Malta, le eccedenze alimentari recuperate dalle navi da crociera della linea Costa Crociere. Si tratta di ben 200 pasti, ottenuti impiegando cibo salvato dallo spreco che può verificarsi nel corso della stagione turistica sulla grandi navi da crociera, che ospitano migliaia di turisti, oltre all’equipaggio. Ne dà notizia il Santuario di Pompei, attraverso la pagina Facebook ufficiale dell’ente.

“Inizia anche in Campania, nel porto di Napoli – fa sapere il Santuario di Pompei attraverso il social network – il recupero delle eccedenze alimentari dalle navi di Costa Crociere. Le eccedenze saranno consegnate alla mensa Papa Francesco del Santuario di Pompei del Sovrano Ordine Militare di Malta. Circa 200 pasti al giorno di cui 50 da asporto. Cibo buonissimo salvato dallo spreco. Salgono così a 10 i porti in Italia che partecipano a questa iniziativa, partita 2 anni fa, grazie alla legge Gadda e diventata oggi un modello internazionale”.

Si legge invece sulla pagina del Banco alimentare: “Le persone da ringraziare per questo bellissimo progetto sono tante: i volontari del Banco, le brigate di cucina di tutte le navi Costa, l’Autorità portuale, il Ministero della Sanità, la Regione Campania. Il cibo non ha le gambe e per arrivare alle mense e ai bisognosi ha bisogno di mezzi, carburante, uomini. Grazie a tutti perché ogni piccolo gesto, ogni goccia, diventa un concreto aiuto in un mare di bisogno”.



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento