Ecco la pasta dedicata a Pompei: l’idea di Km0 Italia

Tra i formati c’è il Santuario, un tempio della città antica e il Vesuvio: tutti i formati realizzati con grano italiano





POMPEI. C’è il Santuario con il campanile, poi ci sono un tempio e un fregio che ricordano la città antica, c’è la scritta “Pompei”, come un sigillo attestante la provenienza, e naturalmente, non poteva mancare il Vesuvio. Sono i cinque formati di pasta artigianale realizzata con grano italiano dedicati alla città degli Scavi e del Santuario, contenuti nella confezione “Pompei Edition” di Km0 Italia, una start up nata dall’idea di Francesco Pio Piscicelli e Marilena Erbetta, due giovani imprenditori campani.

L’obiettivo è promuovere soprattutto all’estero i prodotti e i sapori autentici, genuini, che contraddistinguono il territorio italiano e che hanno reso il Bel Paese famoso nel mondo. Il progetto parte dalla Campania e da alcune delle principali ricchezze di questo territorio: la pasta e il vino. Tutti i prodotti a marchio Km0 Italia sono selezionati direttamente presso i produttori locali, garantendo qualità della materia prima e artigianalità.

«Siamo partiti dal territorio a cui siamo più legati e che meglio conosciamo, con un’attenta selezione delle cantine e dei pastifici più qualificati.Vogliamo offrire a chiunque, in qualsiasi angolo del mondo, la possibilità di assaporare i prodotti campani e italiani; da qui la scelta di prevedere la vendita on-line, garantendo la provenienza direttamente dalla zona di produzione». Info e shop on-line su www.km0italia.com.



mm

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige “Made in Pompei”, rivista free-press mensile di promozione territoriale.

Lascia un commento