Cetara, premio per la pace a Medici Senza Frontiere

Il riconoscimento è rivolto agli operatori che nel nostro Paese lavorano per costruire ponti di fratellanza tra i popoli





CETARA. Ogni giorno, nel mondo, migliaia di persone colpite da conflitti, epidemie, catastrofi naturali o escluse dall’assistenza sanitaria, sono curati da Medici Senza Frontiere. Al cuore dell’identità  di questa Organizzazione non governativa c’è l’impegno a essere indipendenti, neutrali e imparziali. Principi che hanno guidato ogni aspetto del lavoro di Msf – dall’assistenza medica e logistica agli aspetti finanziari e alla comunicazione  fin da quando è stata fondata nel 1971.

Sono 72 i paesi del mondo in cui Medici Senza Frontiere interviene, con più di 40.000 operatori umanitari. Oltre 10 milioni le visite mediche effettuate in un anno. I principi di imparzialità e neutralità non sono per Msf sinonimo di silenzio. Gli operatori umanitari di questa Organizzazione, infatti, cercano di accendere i riflettori sui bisogni e sulle sofferenze inaccettabili delle persone, quando l’accesso alle cure mediche salva-vita viene ostacolato, quando le strutture mediche sono a rischio, quando le crisi sono dimenticate o quando gli aiuti umanitari sono inadeguati o sovradimensionati.

Nella XIII edizione, dedicata alla lotta contro il razzismo e la xenofobia, ..incostieraamalfitana.it  Festa del Libro in Mediterraneo assegnerà il secondo dei due Premi inpace 2019 a Medici Senza Frontiere Italia giovedì 4 luglio 2019 nella piazza San Francesco a Cetara. Il prestigioso riconoscimento è rivolto a tutti quegli “operatori di pace” che, nel nostro Paese, lavorano, a volte nel più assordante silenzio, a costruire ponti di fratellanza ed uguaglianza tra i popoli, per cercare di far cessare le guerre e riaffermare i diritti dell’uomo.

E così dopo l’associazione “Rondine” Cittadella della Pace di Arezzo nel 2015, l’Agesci Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani nel 2016, Amnesty International Italia nel 2017, l’Unicef Italia nel 2018, e la Croce Rossa Italiana nel giugno 2019, sarà Gabriele Eminente, direttore generale di Medici Senza Frontiere Italia, a ritirare il Premio, opera in maiolica realizzata dal maestro ceramista Nicola Campanile di Vietri sul Mare.

La consegna del riconoscimento nell’ambito dell’iniziativa “100 Poeti e Poetesse contro il Razzismo e la Xenofobia” che si snoderà, a partire dalle ore 18.00, a Cetara tra la sala polifunzionale “Mario Benincasa”, la piazza San Francesco, dove alle 20.30 sarà infatti premiata Msf Italia, e la Torre Vicereale. La lunga “maratona” di poeti e poetesse provenienti da ogni parte d’Italia, con il patrocinio del Comune costiero, la collaborazione di MReditori e della Pro Loco di Cetara, si concluderà alle ore 23.00.

Alla lunga “maratona” di poeti e poetesse parteciperà anche il poeta Renato Romano con la lettura di due poesie tratte dalla sua ultima raccolta, “Prigioniero ad Auschwitz”. Poesie, 1990-2004, edita nel novembre 2014 nella collana Tracciare Spazi della Casa editrice Europa Edizioni. Le sottolineature vocali del cantautore Mino Remoli accompagneranno l’intera serata, condotta da Alfonso Bottone, direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it.

La XIII edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo si snoderà lungo le più incantevoli e suggestive location della Costa d’Amalfi (Praiano, Furore, Conca dei Marini, Amalfi, Atrani, Minori, Maiori, Tramonti, Cetara), ma anche tra le città di Salerno, Cava de’ Tirreni, Nocera Superiore ed Inferiore, fino al 14 Luglio 2019, con il patrocinio della Commissione Europea, di Unicef Italia, de I Borghi più Belli d’Italia, del Touring Club Salerno, dell’Unpli provinciale Salerno, del Distretto Turistico Costa d’Amalfi, e gli auspici del Centro per il libro e la lettura del Ministero per i beni e le attività culturali. Maggiori informazioni sul sito www.incostieraamalfitana.it.



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento