Il generale Mario Mori a Terzigno presenta il libro Oltre il terrorismo

L’ex generale del Ros e direttore del Sisde, ha parlato del suo saggio sulla minaccia terroristica in Europa e in Medio Oriente





TERZIGNO. Mario Mori, ex generale del Ros e direttore del Sisde, ha presentato presso l’istituto comprensivo “Giusti” di Terzigno, la sua ultima fatica letteraria, “Oltre il Terrorismo”, un saggio sulla minaccia terroristica in Europa e nel Medio Oriente. Mori è stato uno dei protagonisti della lotta alla mala in Italia: a Palermo con Falcone e Borsellino, nel corso di quattro decadi di carriera ha combattuto il terrorismo e la mafia, arrestato Totò Riina, messo a punto nuove tecniche d’investigazione, gestito infiltrati, ascoltato pentiti.

Una presenza prestigiosa in un territorio troppo spesso al centro di drammatiche vicende di cronaca, specie in passato quando la criminalità organizzata estendeva i suoi tentacoli nei meandri della politica e degli affari facendo un massiccio ricorso ai massacri. A sottolineare l’importanza della venuta a Terzigno del generale ci ha pensato la preside della “Giusti”, Rosanna Rosa, promotrice di iniziative culturali di rilievo atte a rendere l’istituto diretto un presidio di legalità: in questo solco si inserisce la presentazione del libro di Mori, che attraverso le sua testimonianza ha dato ai giovanissimi, oggi tentati dalle gesta criminali degli “eroi” negativi delle serie tv, un esempio di valori umani e morali fondamentali.

«All’opinione pubblica il mio nome dirà qualcosa, evocherà dei ricordi, vicende di cui si è molto scritto sui giornali e parlato nelle aule giudiziarie» ha dichiarato Mario Mori: vicende di cui le cui nuove generazioni non sono al corrente ma che è necessario ricordare, perché è sulla memoria che si costruisce il presente.

All’iniziativa ha partecipato anche il generale dei carabinieri Mario Obinu mentre in rappresentanza dell’amministrazione comunale erano presenti il sindaco di Terzigno, Francesco Ranieri, il presidente del consiglio comunale Giuseppe De Simone e il consigliere comunale Tina Ambrosio. Con la visita del generale Mori, la scuola “Giusti” di Terzigno porta avanti la sua opera di sensibilizzazione, una mission a cui la preside Rosa attribuisce molta importanza, affinché la scuola non sia solo un veicolo di nozioni didattiche ma uno spazio di crescita per gli uomini e le donne di domani.



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento