Pompei, c’è attesa per le celebrazioni religiose che chiuderanno il mese mariano

Migliaia di pellegrini in arrivo da tutta la Campania negli ultimi giorni di maggio: dalla Penisola, ma anche da Napoli





POMPEI. Migliaia di persone parteciperanno, sabato 25 maggio 2019, ai tradizionali pellegrinaggi a piedi da Napoli, Sorrento e da tante altre città vicine o lontane che chiudono il mese mariano. I primi a mettersi in cammino saranno i fedeli della Diocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia che partiranno alle ore 22.30 di venerdì 24 dalla parrocchia “Santa Lucia” di Sorrento. Lungo il percorso, si aggiungeranno i fedeli di altri comuni della Penisola, fino a raggiungere Pompei alle 6,30 del mattino. Qui, nel piazzale “San Giovanni XXIII” del Santuario, parteciperanno alla santa Messa presieduta dal loro Arcivescovo, monsignor Francesco Alfano.

«Carissimi – ha scritto il Presule ai fedeli – l’appuntamento annuale del pellegrinaggio a piedi a Pompei raccoglie sempre più adesioni. Siamo veramente in tanti, uomini e donne, anziani e adulti, giovani e ragazzi, a rappresentare l’intera famiglia diocesana, Chiesa pellegrina in questa terra benedetta da Dio, popolo in cammino verso la patria Celeste. Molto volentieri, dunque, invito tutti quelli che possono a partecipare a questa intensa esperienza di preghiera nel buio della notte aspettando l’alba: il Signore Gesù che ha vinto la morte con la sua resurrezione ci conceda di essere testimoni gioiosi del Suo amore insieme a Maria, nostra madre, sorella e amica!».

«Di generazione in generazione mi chiameranno Beata» è il tema che guiderà i fedeli della Diocesi di Napoli che, alle ore 12.30, dopo la benedizione, si metteranno in cammino per raggiungere Pompei. La partenza è fissata, come ogni anno, presso la Basilica “Santa Maria del Carmine Maggiore”, per proseguire, poi, verso Portici, Ercolano, Torre del Greco e Torre Annunziata, dove, ad ogni tappa, si aggiungeranno altri pellegrini. La tradizione del cammino di fede a piedi, nata negli anni ’60 per iniziativa dei giovani di Azione Cattolica, è un evento sempre tanto atteso dai fedeli napoletani e di altre diocesi campane che, nello stesso giorno, giungono nella città mariana affrontando un lungo cammino.

I fedeli napoletani raggiungeranno la città mariana alle ore 21. Radunati nel piazzale reciteranno il Rosario meditato e, infine, parteciperanno alla celebrazione eucaristica presieduta dal Cardinale Crescenzio Sepe, Arcivescovo Metropolita di Napoli. Nello stesso giorno, a Pompei giungeranno a piedi anche i fedeli di San Giuseppe Vesuviano (Napoli) e San Marcellino (Caserta). Lunga è la lista di fedeli che ogni giorno di maggio hanno raggiunto la Basilica di Pompei a piedi. Il primo giorno del mese, in mille sono giunti da Sant’Antonio Abate. Poi da Corbara, Torre Annunziata, Vico Equense, Battipaglia, Monte di Procida, Angri, Cicciano e Scafati. Per non dimenticare i grandi pellegrinaggi di Pignataro Maggiore, in provincia di Caserta, giunto al 74esimo anniversario, e Acerra, giunto alla 113esima edizione.

Chiuderà il mese dedicato alla Madonna l’appuntamento di venerdì 31 maggio, quando ci si ritroverà, alle ore 18, nel piazzale “San Giovanni XXIII” per la recita del santo Rosario per la Pace Universale. Alle ore 19, poi, ci sarà la santa Messa e, infine, alle 19.45, la processione aux flambeaux che, attraversando piazza Bartolo Longo raggiungerà il Santuario, dove si assisterà al tradizionale rito di Chiusura del Quadro.



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento