Mercato dei fiori campano, fatturato in aumento nel primo quadrimestre

La Campania del florovivaismo è una realtà da primato: il valore della produzione è di circa 300 milioni di euro annui





TORRE ANNUNZIATA. Aumenta il fatturato del Mercato dei Fiori in Campania nei primi quattro mesi del 2019. I dati fanno registrare un +10% rispetto allo stesso periodo del 2018. Un trend di crescita – che ha trovato riscontri positivi nelle prime settimane di maggio (in cui si è celebrata anche la “Festa della Mamma”) – e che fa ben sperare soprattutto in vista dell’apertura del Nuovo Mercato dei Fiori che sorgerà nell’area industriale di Rovigliano a Torre Annunziata, ai confini con i comuni di Castellammare di Stabia e Pompei.

La Campania del florovivaismo è una realtà da primato. Una produzione d’eccellenza che va difesa, tutelata e valorizzata. In questa direzione si sta muovendo la giunta regionale presieduta da Vincenzo De Luca. Infatti, dopo la firma del contratto che ha sancito l’inizio del percorso che porterà alla realizzazione del più grande Mercato Florovivaistico Italiano a Torre Annunziata, nelle scorse settimane i tecnici regionali hanno concluso i sopralluoghi e avviato l’iter per le operazioni di bonifica e di pulizia del sito, quest’ultima garantita dalla Sma Campania.

Il nuovo mercato rappresenterà una ulteriore spinta per un settore che vede la Campania già tra le regioni leader nel comparto florovivaistico: il valore della produzione di fiori e piante in vaso è di circa 300 milioni di euro annui e il 9% della superficie nazionale investita per la coltivazione di fiori e piante ornamentali si trova, infatti, nella nostra regione, con evidenti ricadute positive anche in termini di occupazione.



mm

Redazione

Rivista mensile e quotidiano on-line di archeologia, cultura, eventi, enogastronomia e territorio

Lascia un commento