Allan e Mario Rui regalano il successo al Napoli contro la Spal (2-1)

Succede tutto nella ripresa: dopo il vantaggio degli azzurri, nel finale il pareggio di Petagna e il sorpasso degli ospiti

FERRARA. Succede tutto nella ripresa tra Spal e Napoli, due squadre che non hanno più nulla da chiedere al campionato e che hanno dato spettacolo in una gara giocata a viso aperto: dopo il vantaggio degli azzurri con Allan, nel finale arriva prima il pareggio di Petagna e quindi il sorpasso definitivo del Napoli con Mario Rui. Per gli azzurri è la 23esima vittoria stagionale, l’11esima in trasferta.

Apre le ostilità dopo soli tre minuti la Spal che sfiora la rete con un colpo di testa di Floccari che finisce di poco fuori. Ma la prima vera occasione del match cade al 5’ ed è di marca azzurra, con Milik che aggancia un pallone al limite dell’area e lascia partire un gran tiro che però si stampa sul palo destro della porta difesa da Viviano. È il 27esimo legno colpito dal Napoli in questa stagione. Un minuto dopo ancora il polacco si rende pericoloso con una conclusione dalla distanza, ma stavolta Viviano si supera e tocca quel tanto che basta per deviare in corner.

All’11 ci prova ancora Milik, ma il suo colpo di testa all’altezza del dischetto è fuori misura. Al 13’ sono i padroni di casa a rendersi pericolosi, ma Koulibaly con un grande intervento salva su Petagna, l’attaccante della Spal era pronto a colpire a botta sicura: biancoazzurri e pubblico protestano, ma per l’arbitro l’intervento è regolare. Al 19’ Napoli ancora al tiro con Fabian Ruiz, ma il tiro dal limite dello spagnolo si perde sul fondo. Due minuti dopo è Callejon ad avere una buona occasione ma il suo tiro quasi a botta sicura viene deviato in scivolata da un difensore biancoazzurro.

Al 32’ incredibile azione di Younes che dopo aver dribblato quattro difensori calcia verso la porta, ma il pallone è fuori di pochissimo. Al 41’ Callejon sfugge al suo marcatore e arrivato al limite dell’area prova a battere Viviano, ma la mira non è precisa; sempre lo spagnolo un minuto dopo al termine di un’azione corale degli azzurri prova ancora a tirare ma il pallone finisce oltre la traversa. Il primo tempo si conclude a reti bianche, dopo un ultimo tentativo di Milik che però non inquadra la porta della Spal.

La partita riprende seguendo lo stesso copione del primo tempo, Napoli all’attacco e Spal a contenere. E al 48’ minuto il Napoli la sblocca con Allan (0-1): il brasiliano entra in area e scarica il tiro rimpallato da Milik e da un difensore; il pallone termina a Younes che lo restituisce di nuovo ad Allan, che stavolta non sbaglia: tiro a giro che si insacca all’incrocio dei pali alla destra di Viviano. È il primo gol stagionale di Allan.

Al 50’ c’è una buona occasione per Callejon, ma il diagonale è di poco fuori. Due minuti dopo un colpo di testa di Koulibaly è troppo centrale, Viviano blocca senza problemi. Al 68’ si rivede la Spal. Valoti trova un po’ di spazio in area e calcia di prima intenzione verso la porta, ma il pallone si perde altissimo sopra la traversa. Poco dopo Milik, cui il gol manca da un po’, si mette in evidenza: trova lo spazio per andare a staccare su un invitante cross in area ma il suo colpo di testa, indirizzato sotto la traversa, trova l’incredibile deviazione di Viviano in angolo. L’estremo difensore dei padroni di casa si ripete un minuto dopo quando salva su un tiro a porta sicura di Fabian Ruiz.

Al 75’ tocca a Meret compie il miracolo: prima sbaglia e serve Fabian Ruiz che era marcato, lo spagnolo perde il pallone e Petagna si invola verso la porta, ma il portiere del Napoli compie un grande intervento e mette in angolo. Sul corner la Spal perviene al gol, ma la rete di Antenucci viene annullata per offside. Le squadre ora si affrontano a viso aperto. Floccari con un colpo di testa prova a realizzare il pareggio per la Spal, ma Meret blocca. La Spal spinge e all’82’ trova un calcio di rigore: Luperto atterra Floccari. Dal dischetto va Petagna, Meret intuisce e tocca il pallone, che però finisce in rete per il pareggio dei padroni di casa (1-1).

Passano meno di quattro minuti e il Napoli torna in vantaggio con Mario Rui (1-2). Il portoghese, anche lui al primo gol stagionale, raccoglie un passaggio in area e senza pensarci su due volte segna con un gran tiro nel sette di sinistra. Ma non è finita, la Spal a caccia del nuovo pareggio: prima un gran salvataggio di Meret su Jankovic, sul corner seguente arriva la provvidenziale parata sul solito Antenucci. Ma è l’ultima occasione del match. Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro sancisce la fine dell’incontro e la vittoria degli azzurri. (Foto: Ssc Napoli Pagina Facebook).

SPAL-NAPOLI 1-2 (0-0)
SPAL (3-5-2): Viviano, Bonifazi, Vicari, Cionek (88’ Jankovic), Lazzari, Murgia, Missiroli (30’ Schiattarella), Valoti (73’ Antenucci), Fares, Petagna, Floccari. A disposizione: Gomis, Poluzzi, Regini, Simic, Costa, Valdifiori, Paloschi. All. Semplici.
NAPOLI (4-2-3-1): Meret, Malcuit, Koulibaly, Luperto, Mario Rui, Allan, Fabian Ruiz, Callejon (89’ Gaetano), Zielinski (84’ Ghoulam), Younes (66’ Verdi), Milik. A disposizione: Karnezis, D’Andrea, Hysaj, Albiol. All. Ancelotti.
RETI: 48’ Allan (N), 84’ Petagna (S), 87’ Mario Rui (N)
ANGOLI: 1-12
AMMONITI: Mario Rui (N), Cionek (S), Fares (S)
ARBITRO: Abbattista E.



mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento