Aversa, restituite all’Abbazia di San Lorenzo le opere dell’artista gaetano Sebastiano Conca

Eseguiti dal pittore gaetano nel 1761 proprio per la chiesa abbaziale, consistono in quattro grandi pale d’altare

AVERSA. Quattro dipinti di Sebastiano Conca tornano nella loro casa, l’Abbazia di San Lorenzo fuori le Mura di Aversa. Eseguiti dal pittore gaetano nel 1761 proprio per la chiesa abbaziale, questi dipinti del Conca sono stati restituiti venerdì 22 marzo 2019 dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento. Le quattro grandi pale d’altare di Sebastiano Conca (di circa 400×250 cm.) raffigurano la Natività, la Pentecoste, San Mauro che guarisce gli storpi e I Santi Benedetto e Scolastica. Per l’occasione sono stati presentati anche gli esiti del restauro delle altre cinque tele eseguite dal Conca per Aversa, originariamente destinate alla chiesa del Monastero delle Clarisse dello Spirito Santo ed oggi conservate nella chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo alla Ferrovia, tele raffiguranti: la Pentecoste, l’Immacolata Concezione, San Francesco che riceve le stimmate,  Santa Chiara e le clarisse, Santa Margherita da Cortona.

Nel servizio video le interviste al soprintendente, arch. Salvatore Buonomo; al Vescovo di Aversa, mons. Angelo Spinillo (nella foto di copertina); al delegato regionale della Conferenza Episcopale Campana per i Beni Culturali, Mons. Ernesto Rascato; alla responsabile del Settore Tecnico Storico Artistico della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Caserta e Benevento (Sabap), Paola Coniglio; al restauratore della Sabap Caserta e Benevento, prof. Decio Carelli; alla restauratrice della Ocra Restauri, dott.ssa Simona Anastasio.

mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento