La Chiesa di Pompei aderisce all’iniziativa di preghiera 24 Ore per il Signore promossa dal Papa

L’inizativa dal 2014 invita a celebrare il sacramento della riconciliazione in un contesto di adorazione eucaristica

POMPEI. La comunità cattolica di Pompei si unisce a tutta la Chiesa nell’iniziativa “24 Ore per il Signore” che invita a celebrare il sacramento della riconciliazione in un contesto di adorazione eucaristica. Lo ricorda la pagina Facebook ufficiale del Santuario di Pompei, ricordando gli appuntamenti in programma oggi e domani (29 e 30 marzo 2019) nella Basilica pontificia.

Accogliendo nuovamente l’invito del Pontificio Consiglio per la promozione della Nuova Evangelizzazione – fa sapere il Santuario – anche quest’anno, dunque, la Chiesa di Pompei aderisce all’iniziativa per vivere una giornata di adorazione, digiuno e riconciliazione in comunione con Papa Francesco.

Lo stesso Pontefice ha invitato la Chiesa tutta a partecipare all’iniziativa che fin dal primo appuntamento, nel 2014, ha avuto grande successo. Nel Messaggio per la Quaresima 2019, il Santo Padre invita a «raggiungere la nostra compiuta maturazione nella redenzione». Nel post vengono poi ricordate le parole del Papa: non vivendo da figli di Dio, dice Papa Francesco «mettiamo in atto comportamenti distruttivi verso il prossimo e le altre creature: la causa di ogni male è il peccato, che ha interrotto la nostra comunione con Dio».

Dunque, il Santo Padre auspica, ancora una volta, la celebrazione della giornata da parte di tutte le Chiese particolari, anche a livello diocesano, così da non trascurare la forza della preghiera di tanti. L’adorazione inizierà il 29 marzo alle ore 16.30 nella cappella “Bartolo Longo”. Si proseguirà con la recita del Rosario, la santa Messa in Basilica, alle ore 19, presieduta dall’Arcivescovo, monsignor Tommaso Caputo, e la Via Crucis. Sabato 30 marzo, invece, la preghiera continua nelle singole comunità parrocchiali dalle ore 8 alle 20.

 

mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento