Dalla ristorazione gourmet ai matrimoni da sogno in Costiera, nello scenario magico de Li Galli

È la nuova frontiera de “Il Principe”, storico brand della ristorazione di Pompei, fondato e gestito dalla famiglia Carli

POMPEI. Dalla ristorazione gourmet a due passi dall’Anfiteatro, ai matrimoni da sogno in una location incantata, da cui si domina il leggendario arcipelago de Li Galli (nella foto di copertina), dove secondo Strabone abitavano Partenope, Leucosia e Ligia, le sirene dell’Odissea. È la nuova frontiera de “Il Principe”, storico brand della ristorazione di Pompei, fondato e gestito dalla famiglia Carli, che oggi – a meno di un anno dal lancio della nuova location pompeiana – mette il proprio knowhow trentennale nel mondo del food e degli eventi esclusivi a disposizione anche del settore wedding.

Il punto di forza di questa nuova avventura sarà il richiamo irresistibile di un posto da favola, che fa da cornice al ristorante “Il silenzio cantatore” di Piano di Sorrento, la cui offerta gastronomica per tutti gli eventi da quest’anno porterà la firma dello chef Gian Marco Carli. Il locale si trova nel Parco marino di Punta Campanella ed è sospeso tra cielo e mare, in un contesto unico e di rara magia. Immerso nel verde dei Colli di San Pietro, a dieci minuti da Positano e con la splendida veduta dell’arcipelago Li Galli, l’elegante ristorante fu costruito negli anni Trenta del Novecento.

Dal 2016 è dell’avvocato Achille Morabito di Napoli che l’ha magistralmente ristrutturato. Oltre che sull’ampio parcheggio può contare anche su un formidabile accesso diretto al e dal mare, da cui si può raggiungere facilmente l’arcipelago e provare a udire… la voce delle Sirene. Secondo la mitologia essi furono abitati in origine dalle sirene dell’Odissea che ammaliavano, con il loro canto, i marinai in rotta verso l’isola.

Il nome della struttura, però, prende ispirazione da una bellissima canzone della tradizione napoletana, “Il silenzio cantatore”, appunto, con versi di Libero Bovio e musica di Gaetano Lama, che celebra il fascino del mare. E davanti a Li Galli tutto assume una prospettiva particolare. Gli isolotti hanno conquistato il cuore di tanti personaggi famosi, come il coreografo e ballerino russo Léonide Massine, che li acquistò nel 1924. Dal 1989 al 1993 l’arcipelago fu di un altro celeberrimo ballerino russo, Rudolf Nureyev.

Oggi quelle isole si preparano a diventare lo scenario mozzafiato di matrimoni da favola. La bellezza e l’unicità del paesaggio della Costiera Amalfitana esercita un fascino irresistibile sui turisti di tutto il mondo. Ecco perché tantissimi, anche tra i vip, ne fanno la location del proprio matrimonio, pronunciando il “sì” da una terrazza che domina l’azzurro del mare. (Foto: Il Silenzio Cantatore).

mm

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige “Made in Pompei”, rivista free-press mensile di promozione territoriale.

Lascia un commento