SuperMilik vola e il Napoli cala il poker a Parma

Gli azzurri possono sorridere grazie alla doppietta del n.99, ai gol dell’instancabile Zielinski e di un ispiratissimo Ounas

PARMA. Il Napoli si sblocca anche in trasferta e al Tardini di Parma cala il poker. Gli azzurri possono sorridere grazie alla doppietta di Milik e ai gol dell’instancabile Zielinski e di un ispirato Ounas, alla seconda marcatura consecutiva dopo il gol in Europa League. Al 7’ è il Napoli con Callejon ad aprire le ostilità con un tiro dal limite che però finisce lontano dai pali difesi da Sepe. All’ 11’ Mertens entra in area e ha una doppia chance per provare il tiro e cercare il gol ma Alves evita il pericolo mettendo in angolo. Tre minuti dopo Koulibaly “mura” Gervinho che ha cercato fortuna dai 16 metri.

Al 16’ strepitosa azione di Callejon che al volo di tacco serve l’accorrente Milik, ma Sepe anticipa di un soffio il polacco che stava per battere a rete a colpo sicuro. È il preludio al gol, che arriva al 18’: Zielinski servito da Hysaj trova lo spazio giusto per avanzare e infilare Pepe con uno splendido tiro a giro. Il Napoli gioca con ampiezza con Malcuit altissimo a destra e Hysaj a sinistra: ciò da la possibilità anche ai centrocampisti di trovare spazi da attaccare come ha fatto Zielinski in occasione del gol. Al 20’ un tiro al volo di Mertens fa tremare ancora i tifosi del Parma in tribuna ma si spegne sul fondo. Il Parma si porta in attacco usufruendo di un calcio di punizione ma l’occasione sfuma.

I biancoscudati non sembrano in grado di reagire al vantaggio degli azzurri. Al 28’ Callejon trova un buon corridoio, avanza e dal limite lascia partire un destro che però finisce alto sopra la traversa. Al 36’ Milik raddoppia su punizione dal limite, con “l’aiutino” di Ancelotti: il tecnico con la sua esperienza suggerisce al polacco di tirare rasoterra, il n. 99 azzurro lo ascolta e batte Sepe per la seconda volta. Esultano ancora i tifosi del Napoli al Tardini di Parma. Al 41’ ancora Milik raccoglie un cross di Hysaj e calcia verso la porta, ma stavolta il portiere in due tempi para. Al 44’ una combinazione Ruiz-Zielinski fa tremare ancora il Parma, ma il tiro del polacco è fuori misura. È l’ultimo sussulto dei primi 45 minuti.

Nell’intervallo Ancelotti decide di inserire Luperto al posto di Maksimovic, che nel primo tempo aveva subito un colpo alla coscia. A inizio ripresa il Parma fa timidamente capolino dalle parti di Meret, ma una punizione dal limite calciata da Pepin si infrange sulla barriera azzurra. D’Aversa poi richiama proprio Pepin e butta nella mischia Siligardi che va a prendere posto al fianco di Inglese. Al 55’ la prima vera apprensione per i tifosi del Napoli: l’arbitro fischia un penalty per i padroni di casa per un fallo di Malcuit su Gervinho, ma il Var evidenzia una precedente scorrettezza su Callejon. Rigore annullato, il risultato rimane 0-2.

Al 60’ Meret è chiamato al primo vero intervento impegnativo della gara su gran tiro di Gervinho: gran colpo di reni e palla in corner. Tre minuti dopo su azione confezionata da Ruiz e Callejon, Mertens tira da buona posizione ma la palla finisce fuori. Il belga ci riprova al 68’ sempre da fuori area ma il risultato è lo stesso. Passano cinque minuti e il Napoli passa ancora, con un’altra perla di SuperMilik che dal limite infila nell’angolino basso sinistro della porta di Sepe. 0-3 e gara praticamente chiusa. Al 75’ Verdi rileva Zielinski, autore di un’ottima prova, sempre nel vivo del gioco. Al 77’ un tiro di Biabiany non impensierisce Meret che blocca.

Ancelotti offre una chance anche ad Adam Ounas, che entra al posto di Milik, vero protagonista dell’incontro con la sua doppietta. Proprio di due giocatori messi in campo da Ancelotti confezionano il poker del Napoli: una gran palla di Verdi lancia verso l’uno contro uno proprio il nuovo entrato Ounas che deposita in rete per il 4 a 0. Negli ultimi minuti c’è ancora tempo per i tentativi di Mertens e Verdi che però non hanno buona mira. Non succede null’altro al Tardini. Chiffi fischia tre volte e manda tutti negli spogliatoi dopo 4’ minuti di recupero. Il Napoli supera in scioltezza il Parma e può pensare già alla prossima impegnativa gara con la capolista Juventus.

PARMA-NAPOLI 0-4 (0-2)

PARMA (4-3-3): Sepe, Iacoponi, Alves, Gagliolo, Gobbi, Pepin (53’ Siligardi), Rigoni, Kucka, Gervinho (78’ Schiappacasse), Inglese, Biabiany (86’ Gazzola). A disposizione: Davordzie, Frattali, Dezi, Barillà, Brazão, Dimarco, Sprocati, Diakhate. All. D’Aversa.
NAPOLI (4-4-2): Meret, Malcuit, Maksimovic (46’ Luperto), Koulibaly, Hysaj, Callejon, Allan, Fabian, Zielinski (75’ Verdi), Milik (81’ Ounas), Mertens. A disposizione: Ospina, Diawara, Ghoulam, Karnezis, Chiriches. All. Ancelotti.
RETI: 18’ Zielinski, 36’ e 72’ Milik, 83’ Ounas
ANGOLI: 5-2
AMMONITI: Rigoni (P), Milik (N), Gagliolo (P)
ARBITRO: Chiffi D.

mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento