Esordio positivo per il Napoli nei sedicesimi di Europa League: gli azzurri superano lo Zurigo (3-1)

Le marcature di Insigne, Callejon e Zielinski stendono gli svizzeri, che trovano la rete della bandiera su rigore con Kololli

ZURIGO. Esordio stagionale del Napoli in Europa League contro gli svizzeri dello Zurigo. Gli azzurri sono reduci dalla sfortunata parentesi in Champions League, che a dicembre li ha visti lasciare la massima competizione continentale malgrado le ottime cose fatte vedere contro Liverpool e Paris Saint Germain. Il Napoli riparte dunque dall’Europa League: l’obiettivo è arrivare il più lontano possibile. Nei primissimi minuti della gara con lo Zurigo non ci sono emozioni da segnalare, ma la superiorità tecnico-tattica del Napoli è evidente.

Tanto che al 12’ gli azzurri passano. Il portiere delle Zurigo controlla male il retropassaggio di un difensore, Milik in pressing ruba palla e serve l’accorrente Lorenzinho che insacca per il vantaggio del Napoli. Al 15’ lo Zurigo prova a spaventare il Napoli con un tiro dal limite di Maxzo che però finisce lontano dalla porta difesa da Meret. Tre minuti dopo bella palla di Fabian Ruiz per Insigne che da buona posizione prova il tiro, ma il portiere degli svizzeri riesce a salvare in angolo.

Al 21’ il Napoli raddoppia. Insigne ispira la manovra anche stavolta, serve Malcuit sulla destra che avanza e mette un buon pallone in area: Callejon raccoglie l’invito e insacca nell’angolino basso a sinistra. Qualche minuto dopo (30’) nuova fiammata dello Zurigo che ci riprova dalla distanza, questa volta con Winter: la mira però non è preciso e il pallone si perde oltre la traversa. Al 33’ il Napoli va ancora vicino al gol: un cross preciso indirizzato verso il dischetto viene raccolto da Piotr Zielinski che colpisce bene di testa, ma il pallone termina largo di un soffio sulla destra del portiere. L’ultimo sussulto del primo tempo è ancora di marca azzurra. Milik riceve palla e calcia ad effetto dalla distanza verso il centro dei pali e Brecher è costretto agli straordinari per evitare la rete. Si va negli spogliatoi sul 2 a 0 per gli azzurri.

Nella ripresa il copione della gara non cambia. Il Napoli si riversa in attacco e al 46’ si rende subito pericoloso prima con Zielinski e poi con Callejon, ma Brecher si salva ancora in angolo. Al 53’ un’altra palla-gol confezionata da Milik ma l’estremo difensore dello Zurigo ci mette una pezza. Due minuti dopo si rifanno vedere i padroni di casa con Marchesano che si libera dai 25 metri: destro strozzato sul fondo. Quattro minuti dopo una punizione calciata da Lorenzinho è facile preda del portiere elvetico.

Al 59’ Ancelotti inserisce Diawara per Allan. Magnin risponde inserendo Ceesay (67’): il nuovo entrato si rende protagonista subito di un’azione offensiva, ma il suo tiro finisce sull’esterno della rete. È il Napoli però a dominare la gara. Al 69’ Brecher è chiamato ad un doppio intervento: prima mette in angolo su tiro di Milik destinato all’incrocio dei pali, poi sul cross dalla bandierina riesce a salvare sul colpo di testa di Koulibaly. Il terzo gol azzurro è solo rinviato di qualche minuto. È il 77’ quando Zielinski si rende protagonista di una grande azione: doppio dribbling e pallone piazzato nell’angolino basso alla destra di Brecher.

Un minuto dopo ancora Marchesano ha sui piedi l’occasione per siglare il gol della bandiera, ma spreca sparando alto. All’81’ però i padroni di casa accorciano le distanze. Il direttore di gara assegna un calcio di rigore per fallo di mano di Maksimovic: Kololli si incarica della battuta e con un cucchiaio supera Meret. I minuti finali sono molto vivaci. Al minuto 88’ è ancora il Napoli pericoloso con Fabian Ruiz con un tiro che finisce di poco fuori.

Ma sul finire della gara sono i padroni di casa a sfiorare il gol: Kryeziu calcia al volo a colpo sicuro ma la traversa gli dice no, sulla ribattuta è Meret a compiere uno strepitoso salvataggio. Nel recupero Ounas fallisce il gol dopo una buona ripartenza degli azzurri. Ma è l’azione che conclude la gara: l’arbitro dice che può bastare così. L’esordio del Napoli in Europa League è più che positivo: gli azzurri si aggiudicano l’andata dei sedicesimi battendo lo Zurigo a domicilio per 3 a 1. Vittoria in trasferta preziosissima: il ritorno al San Paolo tra sette giorni non dovrebbe presentare particolari insidie per il Napoli.

ZURIGO-NAPOLI 1-3 (0-2)

ZURIGO: Brecher, Untersee, Nef, Maxso, Kharabadze, Kryeziu H., Bangura, Domgjoni (46’ Marchesano), Winter (67’ Ceesay), Odey (78’ Khelifi), Kololli. A disposizione: Vanins, Zumberi, Kryeziu M., Schonbachler. All. Magnin.

NAPOLI: Meret, Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam (76’ Luperto), Callejon, Allan (60’ Diawara), Ruiz, Zielinski, Insigne (69’ Ounas), Milik. A disposizione: Ospina, Gaetano, Hysaj, Chiriches. All. Ancelotti.

Reti: 12’ Insigne (N), 21’ Callejon (N), 77’ Zielinski (N), 82’ Kololli (Z).
Angoli: 3-9
Ammoniti: Kryeziu, Untersee (Z), Diawara, Ghoulam, Maksimovic (N).
Arbitro: Mazic M. (Serbia)


mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento