Lost Love: il cortometraggio “made in Pompei” è in lizza per il prestigioso David di Donatello 2019

Il filmato è stato selezionato tra i 72 cortometraggi tra cui verranno scelti i 5 finalisti che si contenderanno il premio

POMPEI. Il cortometraggio “Lost Love” è stato selezionato tra i 72 cortometraggi in gara per il David di Donatello 2019. Si tratta di un lavoro tutto “made in Pompei”, interpretato da Ilenia Tamburro e da Joseph Pennacchia, per la regia di Nello Petrucci. Una grande soddisfazione per il regista pompeiano, che spera di entrare a far parte della cinquina “magica” dei cortometraggi finalisti che il prossimo marzo si contenderanno il prestigioso premio cinematografico italiano.

“Lost Love” (Italia, 2018, durata 7’44”, regia e sceneggiatura di Nello Petrucci, fotografia Luca Corretti, montaggio John De Rosa, scenografia Giulia Malafronte, fonico Rino Manganelli, aiuto Daniela Ciano, musiche Growing Up, produzione Magic bus / Satyr) è una storia attualissima che racconta come il pregiudizio strisciante verso chi è “diverso” da noi possa anche arrivare a rovinare un amore che si preparava a sbocciare tra due giovani. Chiara (Ilenia Tamburro), figlia della generazione social, ha gli occhi troppo chiari e attenti per non vedere la realtà che la circonda, in una società dove tutto ha dei canoni prestabiliti e delle certezze programmate, dovrà rimpiangere l’amore perduto verso Joe (Joseph Pennacchia)? o vi è dentro del razzismo che non sappiamo di avere?

I ragazzi si conoscono su un social network e, malgrado le vite molto diverse che conducono, scoprono di avere in comune una grandissima passione per il cinema. Ma un gesto imprevisto, riflesso condizionato dei pregiudizi che spesso accompagnano le nostre azioni, rischia di rovinare tutto. Il corto dunque è entrato a far parte dei 72 finalisti del David di Donatello, il premio italiano del cinema nato nel 1956 e che prende il nome dalla celebre statua omonima, una cui riproduzione in miniatura viene assegnata ai vincitori durante la cerimonia di premiazione.

mm

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige “Made in Pompei”, rivista free-press mensile di promozione territoriale.

Lascia un commento