Babà Re, il babà si trasforma in cremoso liquore

La novità: una delicata crema al rhum con pezzetti di babà

POMPEI. Il babà, uno dei dolci più amati in Campania e probabilmente in Italia, adesso è anche un cremoso liquore. Babà Re, questo è il nome della novità lanciata dall’azienda specializzata Terre Pompeiane, è una “variazione sul tema” che rende omaggio al celebre dolce, nato in Polonia tra il XVII e il XVIII secolo, ma da tempo “napoletanizzato”: il liquore, infatti, è una delicata e morbida crema di rhum in cui sono contenuti gustosi pezzetti di babà. Insomma, mentre solitamente è il dolce lievitato a contenere il liquore (caratteristica, questa, che lo rende notoriamente “bagnato” e morbido) in Babà Re questo ordine viene rovesciato: il rhum contiene il dolce e il risultato è un elisir dal sapore sorprendente.

E non è tutto: l’elegante bottiglia, accanto all’etichetta, reca con sé anche un piccolo babà (essiccato) che può essere utilizzato all’occorrenza anche come tappo, preservando la cremosità e il gusto del liquore. Tutto, dunque, è ispirato a questo dolce tanto amato in Campania e che tutto l’anno è tra i protagonisti della tavola o dei momenti di convivialità. Del resto la storia del babà è tanto affascinante quanto di origine incerta. Secondo la tradizione sarebbe stato Stanislao I (1677-1766), re di Polonia, a inventare questo dolce, bagnando con un alcolico (più o meno volontariamente, a seconda delle varie leggende) un lievitato tipico del suo Paese.

Esportata poi in Francia, questa ricetta è stata quindi “adottata” dai maestri pasticcieri napoletani, che hanno fatto del babà, a partire dal XIX secolo, uno dei pilastri della pasticceria locale. Ed oggi il babà trova il suo posto meritato anche tra i liquori, grazie a Babà Re. A ideare la ricetta è Vincenzo Avitabile, imprenditore di Pompei, che dopo averla custodita gelosamente per qualche anno nel suo cassetto dei sogni, lo scorso settembre ha deciso di tirarla fuori avviando, dopo una breve fase di sperimentazione, la produzione di Babà Re.

Il successo è stato inaspettato quanto immediato. Al di là della novità, a colpire è soprattutto il gusto accattivante di questa crema al rhum che esalta tutto il sapore del babà, proponendosi sia come fine pasto che come momento di pausa. Le richieste stanno piovendo un po’ da tutta Italia, contribuendo a dare popolarità anche a questo dolce tradizionale. Babà Re si può trovare nei migliori negozi di generi alimentari o si può acquistare sullo shop on-line dell’azienda, su www.terrepompeiane.it

mm

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige “Made in Pompei”, rivista free-press mensile di promozione territoriale.

Lascia un commento