Pasquale Schettino, il pizzaiolo di Pompei che ha trionfato al Pizza World Cup con la margherita

Il vincitore: «È un traguardo che mi dà parecchia soddisfazione perché non vengo da una tradizione di pizzaioli»

POMPEI. È di Pompei il vincitore del Pizza World Cup 2018 nella categoria “Margherita Doc”. Si chiama Pasquale Schettino e la sua pizza margherita è stata considerata la migliore dalla giuria della competizione. Una soddisfazione non da poco per Schettino, che ha aperto la sua pizzeria a Santa Maria La Carità (Napoli) solo a luglio scorso e già vede fioccare complimenti e prenotazioni. In tanti ora vogliono assaggiare la pizza che gli ha permesso di migliorare il terzo posto dello scorso anno e di salire stavolta sul gradino più alto del podio.

I riscontri positivi ottenuti dai giudici e dai clienti sono oggi motivo di orgoglio e ripagano di tutto il percorso affrontato sino ad ora, oltre che del coraggio di aprire un’attività propria in un momento storico difficile per l’Italia e per il Sud in modo particolare. «Questa vittoria è un traguardo che mi dà parecchia soddisfazione – ha dichiarato Pasquale – soprattutto perché io non vengo da una tradizione di pizzaioli e ho iniziato tardi a fare questo lavoro. Oggi vedo questo premio come il risultato di tutti i sacrifici che ho fatto fino a questo momento».

Per Schettino l’arte della pizza altro non era che una passione covata praticamente da sempre, ma è recente il momento in cui ha deciso che quella passione fosse tanto forte da sentire la necessità di trasformarla in un mestiere. «Ho seguito un po’ di corsi e fatto tanta gavetta. Poi, a luglio, ho aperto il mio locale a Madonna delle Grazie, a Santa Maria La Carità. Prima invece lavoravo a Vico Equense» ha spiegato. A soli tre mesi dall’inaugurazione della sua pizzeria, è già conosciuto in zona. E molto lo deve alla vittoria del Pizza World Cup 2018.

L’evento – organizzato dall’Unione Pizzaiuoli Tradizionali e Ristoratori, di concerto con Pizza Style School e Folliero – si è tenuto a Roma nelle giornate del 10 e dell’11 ottobre 2018 e ha visto la partecipazione di oltre duecento professionisti provenienti da tutto il mondo. Sedici le categorie in cui era possibile partecipare e, non a caso, sulla pizza margherita è stato un partenopeo a distinguersi tra tutti. «Quella categoria – ha spiegato Schettino – è sicuramente la più ambita, almeno per noi napoletani. La competizione consiste nel preparare la propria pizza e poi portarla davanti ai giudici, che ne danno una valutazione basata su cottura e sapore».

E la margherita di Schettino sembra aver convinto su tutti i fronti. Partecipare proprio con quella pizza ha permesso al pizzaiolo originario di Pompei anche di far valere la sua idea di cucina: «Io fondamentalmente sono abbastanza tradizionalista. Sperimento nuovi abbinamenti e nuovi gusti, ma rimanendo sempre in un modo o nell’altro legato alla tradizione». La margherita, quindi, resta la regina delle pizze. E Pasquale Schettino, grazie al trionfo ottenuto a Roma, può ufficialmente considerarsi il suo “re”.

Valentina Comiato

Valentina Comiato

24 anni, laureata in lingue ma con un innato amore per la penna. Per Made in Pompei scrive di piccole realtà, grandi talenti e bei progetti.

Rispondi