Cenando sotto un Cielo diverso: l’eccellenza della cucina campana a sostegno dei bambini malati

Oltre 100 chef stellati uniti per diffondere la cultura del gusto e regalare un sorriso e una speranza ai piccoli che soffrono

POMPEI. L’eccellenza della cucina campana a sostegno dei bambini ricoverati nell’ospedale Santobono Pausilipon di Napoli. Saranno lo chef stellato Michele De Leo, lo chef Danilo Di Vuolo e l’attore Francesco Albanese a fare da padrini all’edizione invernale dell’evento “Cenando sotto un Cielo diverso on the road” in programma domenica 2 dicembre 2018 alle ore 19:30 presso il ristorante Tiberius di Pompei (ubicato in via Villa dei Misteri, 7) e venerdì 7 dicembre 2018 a Capua presso Tenuta San Domenico. Nella data domenicale saranno coinvolti più di 100 chef che proporranno altrettanti piatti in versione degustazione. Il 7 dicembre si terrà invece una serata di gala che vedrà coinvolti ai fornelli diversi chef stellati.

“Cenando sotto un Cielo diverso” è un evento con una triplice finalità: beneficenza, valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti (e, dunque, della buona cucina ad essi direttamente legata). Esso coinvolge – in qualità di protagonisti ai fornelli – cuochi, pasticceri, produttori del territorio campano e non, aziende (che, oltre a condividere le finalità dell’evento, sfruttano l’occasione per tessere rapporti con gli altri soggetti coinvolti), personaggi del mondo dello spettacolo vicini al concetto di “beneficenza”, e migliaia di persone che intervengono all’iniziativa per far del bene e mangiare bene.

Il progetto a monte della kermesse è stato ideato dalla Alfonsina Longobardi – psicologa, sommelier ed esperta di food & beverage – che ha voluto coniugare il suo impegno nel sociale alla sue competenze nel mondo del food. A monte della macchina organizzativa c’è l’associazione “Tra cielo e mare” fondata dalla dottoressa Longobardi nel marzo 2013: tale ente opera a sostegno delle persone con disagi psichici e di altra natura; altra finalità del sodalizio è quella di avvicinare le persone cosiddette “normali” a persone che purtroppo vivono situazioni di disagio, abbattendo la barriera della “paura” che è causa dell’incomunicabilità.

L’ultimo obiettivo dell’Associazione consiste nella valorizzazione del territorio campano, sia delle sue bellezze che del suo potenziale umano (perciò l’evento si tiene in luoghi di interesse storico – culturale e perciò coinvolge chef e produttori, in primis campani). La prima edizione di “Cenando sotto un Cielo diverso” si è svolta nel 2014 presso il Castello Medioevale di Lettere, incastrato nell’incantevole cornice dei Monti Lattari. L’evento ogni anno ha registrato un consenso sempre maggiore: oggi è divenuto uno degli appuntamenti legati al mondo della beneficenza e a quello dell’enogastronomia più grandi del centro – sud Italia. Ecco i nomi degli chef, pasticcieri, panificatori, pizzaioli e bar tender che daranno vita alla tappa pompeiana dell’evento.

Chef stellati:
Vincenzo Noviello con Le Lune Bistrot, Pompei; Andrea Amodio  – Dr. Slim e Mr. Fat, C.Mare di Stabia; Alessio Galati – Trattoria Dueggi, Pollenatrocchia; Vincenzo Cimbali – Personal Chef; Antonio Borrelli – Salotto Comfort-Food, Nocera Inferiore; Vincenzo Ferro – Country House L’antica Franconia, Taurano; Antonio Tecchia – ristorante San Cristoforo, Ercolano; Nunzio Spagnuolo – Ristorante Cieddi, Portici; Davide Mea – La Taverna del Mozzo, Marina di Camerota; Enrico Ruggiero – Personal chef; Fabio Ometo – Villa Trabucco, Torre del Greco; Franca Di Mauro – Il Cellaio di Don Gennaro, Vico Equense; Francesco Maiorano e Pamela Vigiano – Trattoria San Fransisco, Tramonti; Francesco Piscopo  – Leone ristobracepizza, Casandrino; Francesco Restivo – Area Varlese, Napoli; Francesco Vorraro – ristorante Mamma Elena, San Giuseppe Vesuviano; Gennaro Rotella – Le lampare, C.mare di Stabia; Gianmarco Carli – ristorante Il Principe, Pompei; Giorgio Vitiello – ristorante Acqua & Sale, Scafati; Giuseppe Fasulo – ristorante Eccellenze Nolane, Nola; Giuseppe Zaccaria – ristorante Il Pescatore, Vietri Sul Mare; Gustavo Milione – Via Porto cunina e shop, Salerno; Lorenzo Principe – Osteria Famiglia Principe 1968, Nocera Superiore; Antonino Esposito e Ciro Leone – I Dottori del Fritto in Eccellenze Campane, Napoli; Alberto Fortunato – La bettola del Gusto, Pompei; Marco Del Sorbo – Terrazza Fiorella – Massa Lubrense; Maurizio De Riggi – ristorante Markus, San Paolo Belsito; Nunzio Annunziata – ristorante Marea/Hotel Delfino, Massalubrense; Paolo Iovieno – ristorante La Terra, Positano; Pietro Cuomo – Hostaria di Bacco, Furore; Roberto Verducci – Strairs Diner, Napoli; Michele Perrotta  – Villa Perrotta, Roccarainola; Vincenzo Piacente – Hotel Parco dei Principi, Sorrento; Vincenzo Toppi – ristorante Amor Mio, Brusciano; Roberto Lepre – Blu Stone, C.Mare di Stabia; Domenico D’Aniello e Luigi Longobardi – ristorante C’è posto per te, Castellammare di Stabia; Gabriele Martinelli – Personal chef; Valentino Buonincontri – Bertie’s Bistrot, Nola; Salvatore Scognamiglio – Ristorante Putea, Cava dei Tirreni; Antiony Di Lieto  – Tavernetta 58, Meta di Sorrento; Lombardo Vincenzo – Tiberius, Pompei; Rosario Consalvo e Gianluca Centomani  – Villa Imperiale, Posillipo; Alberto Vaccaro – Il casale del mirto, Vico Equense; Antonio Morinelli  – Sustettibile Food.Rooms.Art, Pioppi; Nando Melileo –  Emozionando, Salerno; Yuri Buono – Vincanto, Pompei; Dario De Gaetano – La Fescina, Quarto; Vincenzo Vaccaro – Ristorante Cucina 82, Gragnano; Luigi e Consiglia Russo  – Ristorante La Lanterna, Somma Vesuviana; Iovine Fioravante -Ristorante Garum, Pompei; Antonio Mauro –  Massè  Pizza e Fritti, Torre Annunziata e, infine, Luigi Di Martino  – Villa Magia, Positano.

Pizzaioli:
Aniello Falanga – pizzeria Haccademia, Terzigno; Massimo Gargiulo – pizzeria Pizza e Buoi, Santa Maria La Carità; Claudio De Siena – Pizzeria Magma delle Piscine Sakura, Torre del Greco e, infine, Isabella De Cham – Pizza Frittà, Napoli.

Pasticceri:
Carlo Cuofano – pasticceria Svizzera, Salerno; Graziano Notarnicola – Madamoiselle Charlotte, Cava Dei Tirreni; Gennaro Peluso – pasticceria La Goccia, Pompei; Raffaele Caldarelli – pasticceria Caldarelli, Nola; Francesco Palladino – Pasticceria Palladino, C.Mare Di Stabia; Salvatore Tortora – Pasticceria Tortora; Antonella D’Amora  – La fata delle Torte, C.Mare di Stabia e, infine, Teresa Ruocco – cake design e Carmine D’Amora – Pasticceria Di Nocera, C.Mare di Stabia.

Maestri Panificatori:
Carmelo Esposito – panificio Esposito, Pompei; Filippo Cascone – panificio Cascone, Lettere; Gianluigi Caccioppoli – panificio Il Buongustaio, SantAntonio Abate; Massimiliano Malafronte – Panificio Malafronte, Gragnano; Domenico Fioretti – Panificio Fioretti, Carinaro – Caserta e, infine, Luigi DAuria e L’università del pane, S.Antonio Abate.

Latterie:
Caseificio Aurora ; Latterie Gargiulo.

Frantoi:
Frantoio De Ruosi; Bartender; Francesco Varnelli – Varnelli Pizza Bistrot e Restaurant, Pompei e, infine, Giacomo Prisco – pizzeria f.lli Prisco, Boscotrecase.

Pastifici:
Pastificio dei Campi; Pastificio Liguori; Pastificio Arte e Pasta e Pastificio D’Aniello.

Produttori:
Agrolegumi

Vini:
Tenuta delle Ginestre; Poggio delle Baccanti; Cantine Poggio Ridente; Cantine Casa  Rocca; Cantine Barone; Cantine I due principati; Cantine I Lauranti; Cantine Abbzia; Capri Moonlight; Fattoria Pagano; Cantina Orneta e Cantina Fiore Romano.

Birrifici:
I Monaci Vesuviani e Birrificio Valsugana.

Distillati:
Terre pompeiane e Amaro del Rosso.

Enoteca: Masseria delle grazie; Grappolo Blu; Caffè Caruso e Sigaro Toscano.

Partnership:
Alleanza cuochi Slow Food; Slow Food Condotta Vesuvio e Slow Food Condotta Monti Lattari.

Sponsor:
Agrolegumi.
Goeldline Collection Atelier: MerSì di Maria Longobardi

mm

Redazione

Rivista mensile e quotidiano on-line di archeologia, cultura, eventi, enogastronomia e territorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*