La Supplica di ottobre presieduta dal cardinale Zenari: ecco il programma delle celebrazioni

Anche la vigilia sarà a vissuta a Pompei in modo molto intenso, con tanti momenti di spiritualità previsti in Santuario 

POMPEI. Sarà il cardinale Mario Zenari, Nunzio Apostolico in Siria, a recitare, domenica 7 ottobre 2018, insieme alle migliaia di fedeli riuniti nella città mariana, la Supplica alla Vergine del santo Rosario di Pompei. La preghiera scritta nel 1883 dal Beato Bartolo Longo, fondatore del Santuario e della Nuova Pompei, viene recitata in tutto il mondo, in modo solenne, in questo giorno e l’8 maggio. Anche la vigilia della Supplica, sabato 6 ottobre, sarà a vissuta a Pompei in modo molto intenso, con tanti momenti di spiritualità in Santuario e la veglia di preghiera fino al mattino di domenica.

Alle ore 18.00 si terrà la celebrazione del ventesimo dei Venti Sabati e la Novena d’Impetrazione; alle ore 19.00 la celebrazione eucaristica, presieduta da mons. Giovanni D’Alise, Vescovo di Caserta. A partire dalle ore 20,00 invece, avrà inizio la Veglia Mariana, con la recita del Santo Rosario e della Novena d’Impetrazione. Presiede don Gennaro Gargiulo. Dalle ore 21.00 avranno inizio i momenti di preghiera animata a turno dall’Ufficio della Pastorale Familiare e della Vita (ore 21, presiede don Giuseppe Lungarini); dall’Ufficio per la Pastorale Vocazionale (ore 22, presiede don Salvatore Sorrentino); dall’Ufficio di Pastorale Giovanile (ore 23, presiede don Ivan Licinio).

A mezzanotte la Celebrazione Eucaristica, presieduta da mons. Tommaso Caputo, Arcivescovo Prelato di Pompei. La notte di Veglia per la Supplica prosegue con la Preghiera in attesa dell’alba, dalle ore 1 fino alle 5 del mattino, presieduta da mons. Baldassarre Cuomo e da don Salvatore D’Antuono. Domenica, poi, il grande giorno della Supplica. Il rito sarà celebrato sul sagrato della Basilica, dove ad accogliere i fedeli saranno le note del complesso bandistico “Bartolo Longo-Città di Pompei”. La celebrazione avrà inizio alle 10.30, con la santa Messa, seguita, alle ore 12 in punto, dalla recita della Supplica.

La santa Messa e la Supplica saranno trasmesse in diretta televisiva da Tv2000 e Canale 21. L’Arcivescovo di Pompei, Tommaso Caputo, altri vescovi e tutto il clero pompeiano concelebreranno il rito, presieduto dal cardinale Mario Zenari, Nunzio Apostolico in Siria. Nato il 5 gennaio del 1946 a Rosegaferro di Villafranca, nella diocesi di Verona, Mario Zenari entra nel seminario vescovile scaligero per le medie e le superiori. Viene ordinato sacerdote il 5 luglio del 1970 e, dopo soli 6 anni, viene inviato a Roma per la formazione diplomatica alla Pontificia accademia ecclesiastica. Nel frattempo si laurea in diritto canonico.

Nel 1980 Zenari entra nel servizio diplomatico della Santa Sede, svolge il primo incarico presso la rappresentanza pontificia in Senegal. Poi, in Liberia, Colombia, Germania, Romania. Il 12 luglio 1999 Giovanni Paolo II lo nomina nunzio apostolico in Costa d’Avorio e in Niger. Diviene, poi, nunzio in Burkina Faso. Nello stesso anno riceve l’ordinazione episcopale dal cardinale Angelo Sodano, nella cattedrale di Verona. Dopo quasi cinque anni trascorsi in Africa, viene inviato come Nunzio Apostolico in Sri Lanka fino al 2008, quando è trasferito in Siria. Infine, Papa Francesco lo crea cardinale il 19 novembre 2016.
© Riproduzione Riservata


mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*