Ecco in cinque semplici step come partecipare al programma di finanziamenti Resto al Sud

Fare impresa nel Meridione si può: non è solo uno slogan ma negli ultimi mesi è una possibilità concreta per le Start up.

POMPEI. “Fare impresa nel Meridione si può”: non è soltanto lo slogan del programma di finanziamenti “Resto al Sud”, ma negli ultimi mesi è una possibilità concreta grazie agli strumenti di sostegno messi a disposizione delle Start up. “Resto al Sud” il programma di finanziamenti agevolati per nuove imprese, con una dotazione di 1,25 milioni di euro, prevede cinque step molto semplici per accedere ai finanziamenti messi a disposizione dal Governo attraverso l’agenzia Invitalia.

1) Il primo passo è quello di possedere alcuni requisiti, tra cui: essere un giovane tra i 18 e i 35 anni di età con un’idea d’impresa; essere residente in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna o Sicilia; voler costituire un’impresa individuale, una società, una cooperativa oppure aver già costituito una di queste forme d’impresa dopo il 21 giugno 2017. 2) Il secondo step prevede la presentazione della domanda a Invitalia, che verifica i requisiti e valuta il progetto. 3) Dopo il via libera di Invitalia, il terzo step prevede di poter richiedere il finanziamento bancario a una delle banche aderenti alla convenzione con l’Abi. 4) Dopo l’approvazione del finanziamento bancario, si può ottenere la concessione delle agevolazioni di Invitalia e l’erogazione del finanziamento dalla banca. 5) Il quinto e ultimo step prevede la realizzazione di almeno il 50% del progetto e quindi la richiesta a Invitalia dell’erogazione del contributo.

È un momento molto importante anche per le aziende artigiane: è possibile partecipare al Bando per le imprese artigiane, una misura di sostegno allo sviluppo dell’artigianato messo in campo dalla Regione Campania e dall’Unione Europea. La misura prevede una dotazione di 28 milioni di euro. «Possono partecipare al Bando – spiega Alfredo Di Nola, commercialista ed esperto in Finanza agevolata per le imprese – le micro, piccole e medie aziende artigiane che hanno sede in Campania. Il bando finanzia i programmi d’investimento che presentino valore complessivo tra 25mila e 200mila euro. Le agevolazioni concedibili, a copertura del 100% dei costi ammissibili, sono così erogabili: 40% contributo a fondo perduto; 60% finanziamento agevolato della durata di 7 anni».

mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*