Una sera al museo: estate di musica, cultura e spettacolo per le aperture notturne del Mann

Prima dei concerti sarà possibile ammirare le collezioni e visitare le esposizioni temporanee del museo partenopeo

NAPOLI. Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (Mann) continua a colorare l’estate dei napoletani e dei turisti: tutti i giovedì dal 12 luglio al 30 agosto 2018, nell’ambito del Piano di Valorizzazione 2018 promosso dal Mibac, il Museo aprirà le porte al pubblico dalle 19.30 alle 22.45, con ticket a 2 euro (la biglietteria chiuderà alle ore 22). Così, con la magica luce del tramonto e, poi, della luna, sarà possibile ammirare le collezioni, visitare le esposizioni temporanee (ben cinque in questo periodo: “Ercolano e Pompei. Visioni di una scoperta”; “MannHero. Gli eroi del mito dall’antichità a Star Wars”; “Il metallo dei gladiatori. Vedere toccare capire”; “Opere di Pierre Peyrolle. La profondità dell’artifizio”; “Autarchia” di Aron Demetz, quest’ultima in programma sino al 29 luglio), assistere agli eventi dell’intensa programmazione culturale di “Una sera al Museo: giovedì d’estate al Mann”.

La rassegna, ideata e coordinata da Lucia Emilio e Miriam Capobianco (Servizio Educativo del Mann) con il supporto organizzativo di Angela Vocciante, Ruggiero Ferrajoli ed Antonietta Parente, sarà inaugurata giovedì 12 luglio 2018, alle ore 21, con il concerto “Le stelle sono rare” dell’ensemble “Mujeres creando”: la band, tutta al femminile e composta da artiste partenopee, dal 2011 percorre la strada della sperimentazione musicale, spaziando attraverso le suggestioni della voce di Assia Fiorillo e le sonorità di strumenti diversi (le chitarre di Anna Claudia Postiglione, il violino di Igea Montemurro, la fisarmonica di Giordana Curati, la batteria e le percussioni di Marisa Cataldo). “Le stelle sono rare” è l’ultimo album di “Mujeres creando” ed è un viaggio dedicato al tema dell’amore che trova una delle sue più naturali espressioni nelle melodie mediterranee, in equilibrio tra nouveau tango, gipsy jazz, world music, canzone italiana d’autore ed eredità di grandi maestri come Caetano Veloso e Susana Baca.

Spazio all’archeologia ed alla musica, ancora, giovedì 19 luglio: alle 19, presentazione del primo numero dei “QuaderniMann”, una raffinata serie di pubblicazioni dedicata ai convegni, alle ricerche scientifiche, alle opere del Museo. Ne parlerà il direttore del Mann Paolo Giulierini, insieme ai curatori Curgonio Cappelli, Matteo Lorito, Silvia Neri, Aldo Ranfa e Felice Scala. A seguire, alle 19.30, Maria Lucia Giacco (funzionario archeologo del Museo) racconterà al pubblico le future iniziative editoriali in cui l’istituto si impegnerà nei prossimi mesi; per concludere la serata, alle 21, concerto “Music for film” della Vesuvius Wind Orchestra (direttore: Bruno Sepe), che ripercorrerà le più belle colonne sonore della storia del cinema, grazie alla delicata armonia degli strumenti a fiato. L’evento sarà organizzato in collaborazione con il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli. Sarà molto coinvolgente la performance prevista per il 26 luglio: alle ore 20, la maestra e ballerina di tango Paola Mariana Cabrera ed il musicalizador Enrico Lupoli non soltanto si esibiranno per i visitatori del Museo, ma inviteranno i turisti a tentare passi di tango in una lezione aperta a tutti, dai principianti ai danzatori più esperti.

Dopo il successo delle precedenti iniziative, giovedì 2 agosto, in due orari, alle 20.30 ed alle 21.30, saranno replicati gli appuntamenti “Dietro le quinte. Il restauro in diretta”, con visite, curate dai nostri restauratori, ai laboratori del Museo (materiali lapidei, dipinti murali e mosaici, ceramica e metalli). Per partecipare, è necessaria la prenotazione, dal lunedì al venerdì, chiamando il Servizio educativo (tel. 0814422328) e, nel week-end, contattando il Punto informazioni del Museo (tel. 0814422149). Nella stessa serata, alle ore 21, Miriam Capobianco effettuerà, con il pubblico, un percorso guidato al Gabinetto Segreto, per ripercorrere storia e caratteristiche di questa straordinaria collezione.

Versi, immagini e musica saranno protagonisti indiscussi, giovedì 9 agosto: alle ore 20, proiezione del video fotografico “Impronte” di Annamaria Laneri, cui seguirà un reading di poesia con la stessa Laneri (voce recitante) e Sergio Esposito (chitarra e oud). Alle ore 21, jazz, blues e classici rock, dai Beatles a Gershwin, da Nina Simone a Billie Holiday, da Bessie Smith agli Animals, “invaderanno” il Museo, con il concerto itinerante “La musica viaggia in collezione” (Alice Vanessa Bever, voce e Sergio Esposito, chitarra). Sarà dedicata al Mare Nostrum, come magico luogo di integrazione, l’esibizione “La voce dei griot, dal Mali al Mediterraneo” della Djelikan Kouyate band, in programma il 16 agosto alle ore 21: Loredana Carannante (voce, tammorra),  Bifalo Kouyate (Djembe, chitarra, kammalengonì) e Sergio di Leo (basso, ousman Sanou, tamburi bassi, kalebasse) tracceranno un particolarissimo viaggio per scoprire le sintonie tra la nostra cultura e quella dei popoli bambara, malinke e wassoulou.

All’insegna dei grandi classici del XX secolo, sarà il concerto “Atmosfere jazz del ‘900” del Monk-ey 5tet, che si soffermerà sulla produzione di Monk, Parker e Mingus (23 agosto, ore 21): tra gli interpreti del Monk-ey 5tet, Valeria Collà Ruvolo (voce), Francesca Masciandaro (flauto), Francesco Vacatello (chitarra), Gianluca Russo (basso), Giuseppe Donato (batteria). L’evento sarà organizzato in sinergia con il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli. Un grande arrivederci alla stagione estiva 2018 sarà rappresentato, naturalmente, dalla serata di giovedì 30 agosto: alle ore 21, concerto “Il Mann saluta l’estate a ritmo di swing” della Uanema Swing Orchestra, che ci farà immaginare di essere nei locali di New Orleans, Harlem e Chicago degli anni Trenta. Fra i componenti dell’orchestra, Fabiana Martone (voce), Ciro Riccardi (tromba), Rino Saggio (Sassofono), Massimiliano Sacchi (clarinetto), Mario Tammaro (trombone), Dario De Luca (chitarra), Bruno Belardi (contrabbasso), Salvatore Rainone (batteria).

Tutti i giovedì sera estivi al Mann saranno, dunque, non soltanto una festa delle arti, ma un modo per conoscere il Museo in maniera conviviale e partecipativa, all’insegna della cultura di qualità e della riscoperta consapevole dei nostri spazi, dalle splendide sale agli accoglienti giardini. In occasione della programmazione serale estiva del Museo, infine, è stata stipulata una convenzione con le associazioni “Napulitanata” e “Catartika”, che offriranno uno sconto del 20% sul prezzo dei propri spettacoli ai possessori del biglietto del Mann (per ulteriori info: www.napulitanata.com; oppure www.catartika.com).

mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*